MV: “Udinese, arriva il giorno dell’esordio ma a Verona il centrocampo è un rebus”

L’analisi della prima sfida stagionale bianconera nell’edizione odierna del Messaggero Veneto

di Redazione

L’analisi della prima sfida stagionale bianconera nell’edizione odierna del Messaggero Veneto

“Si parte. Oggi a Verona saranno molte le incognite a livello di intesa, gioco e produttività della squadra, in particolare in un reparto: a centrocampo. Non esattamente il massimo contro un’avversaria come l’Hellas di Juric che fa dell’aggressione, della densità in mediana, le armi migliori. Insomma, sarà in quella zona del campo che Luca Gotti si giocherà i tre punti in palio.Il forfaitL’ultima tegola dopo la seduta di rifinitura, quando Walace ha alzato bandiera bianca, vittima di un risentimento muscolare che lo mette in forte dubbio anche per tutte e due le gare casalinghe della settimana che verrà, col già citato Spezia e la Roma il prossimo sabato. Una disdetta, visto che questa assenza si aggiunge agli infortuni di Jajalo e (scontato) Mandragora e alle uscite di mercato, Fofana e Barak (passato proprio all’Hellas). Le soluzioni Rodrigo De Paul sarà un punto fermo per Gotti, bisogna dire che potrebbe giocare da regista, con il giovane Mamadou Coulibaly, una delle piacevoli sorprese del precampionato, nel ruolo di mezzala destra e, forse, proprio Fernando Forestieri (uno degli acquisti a parametro zero della campagna bianconeri) sul centrosinistra, dove è stato provato a lungo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy