MV: “Udinese con la formula Watford per prendersi i primi tre punti”

La sfida contro il Parma analizzata dal Messaggero Veneto nell’edizione di oggi 19 ottobre

di Redazione

La sfida contro il Parma analizzata dal Messaggero Veneto nell’edizione di oggi 19 ottobre:

“Una partita dove l’Udinese alla fine ha fatto valere la formula Watford, con il gol del primo sorpasso propiziato da una palla recuperata da Pereyra (e trasformata grazie a una deviazione di Iacoponi) e il colpo finale inferto da Nacho Pussetto. Adesso con la trasferta di Firenze all’orizzonte l’Udinese può respirare, anche se l’incognita Covid potrebbe pesare in modo importante sul gruppo bianconero che dovrebbe aver perso almeno quattro elementi – il condizionale è d’obbligo, visto che il club bianconero non comunica mai le positività, neppure in forma anonima -, visto che rispetto alla lista dei convocati diramata sabato, mancavano all’appello Coulibaly, Molina, Proedl e Bonifazi, oltre a Nuytinck, pure lui fermato in modo improvviso prima della rifinitura. Per sbloccarsi anche stavolta ha dovuto aspettare di andare in svantaggio, su una conclusione di Hernani deviata con il tacco destro da Samir. Il destino ha voluto che il primo gol della stagione lo facesse invece proprio un difensore, anzi, proprio Samir, protagonista nel bene e nel male. A quel punto Gotti ha voluto cambiare fisionomia alla squadra, disegnando sul rettangolo dei Rizzi un 4-2-3-1 in luogo del solito 3-5-2. Dentro Deulofeu e Forestieri dopo Pussetto e in pista anche il “francesino” Makengo per formare una cerniera con De Paul tra i trequartisti e la difesa a quattro, con Samir sulla fascia sinistra. Risultato? Deulofeu sembra ancora in fase di recupero dopo l’infortunio, ma Pussetto riparte a palla di cannone quando il Parma gli dà metri e dal limite infilza Sepe. Esplodono i mille mascherati del Friuli. Nacho è tornato”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy