Udinese-Fiorentina, i voti degli altri

Udinese-Fiorentina, i voti degli altri

Le pagelle dei quotidiani nazionali

di Redazione
LA GAZZETTA DELLO SPORT
6 UDINESE
IL MIGLIORE
7 Musso Comanda la difesa a gran voce, poi al 92’ piazza la parata decisiva su Chiesa. I grandi portieri fanno così.
6 Troost-Ekong Vigila dove serve.
6,5 Nuytinck Saltato una volta da Chiesa, poi mai più. Sull’uomo non lascia nulla.
6 Becao Una bella diagonale iniziale, difende con attenzione.
5,5 Stryger Larsen Potrebbe approfittare di più della timidezza di Igor.
6 De Paul Calcia sempre pulito, pure troppo. Dribbla bene, pure troppo. Quando si spegne lui, per l’Udinese si fa buio.
5,5 Jajalo Un po’ troppo orizzontale nella regia.
5,5 Fofana Dà dinamismo però poca efficacia: esemplare in questo senso un tiraccio nel finale.
6 Mandragora Coraggioso al tiro per tre volte, solo una però va vicino allo specchio.
5,5 Sema Non aziona quasi mai la spinta, finisce per fare match pari con Lirola. Al ribasso, però. (Zeegelaar s.v.)
6 Okaka Sfiora il gol di testa in mischia, non smette di lottare anche se fa fatica.
IL PEGGIORE
5,5 Nestorovski Si sbatte sì, ma non aiuta molto lo sviluppo offensivo.
6 Lasagna Il sinistro più insidioso nello specchio, un prezioso salvataggio nella propria area. Unico tocco nei sedici metri della partita…
6 Gotti (Allenatore) Partita non brillante, ma l’Udinese è sempre compatta anche quando soffre un po’.
TUTTOSPORT
MUSSO 6,5 – Nel primo tempo viene chiamato in causa di rado. Nella ripresa decisamente più ‘attivo’, soprattutto nel finale quando Chiesa prova a sorprenderlo con un destro di grande potenza.

BECAO 6,5 – Ottime chiusure, soprattutto quella al 21′ su Chiesa.

EKONG 6 – Partita di grande solidità.

NUYTINCK 7 – Prestazione importante per l’olandese che non solo è sempre attento dietro, ma quando può fa salire la squadra.

LARSEN 5,5 – Bene in fase di copertura, ma si propone raramente dalla metà campo in su.

DE PAUL 6 – Nel primo tempo piazza un paio di cross interessanti, ma è nella ripresa che si fa notare in zona gol, creando dal nulla due occasioni senza però riuscire ad inquadrare lo specchio.

JAJALO 5,5 – Perde qualche pallone di troppo.

FOFANA 6 – Il suo ingresso garantisce maggiore mobilità all’attacco.

MANDRAGORA 6 – Sfiora il vantaggio nei minuti iniziali del match, poi rimane sempre nel vivo dell’azione.

SEMA 6 – Inizia con il freno a mano tirato, ma quando entra in partita diventa l’incubo di Lirola. Cala nella ripresa.

ZEEGELAAR – NG

OKAKA 5,5 – Ci prova nel primo tempo su cross di Mandragora.

NESTOROVSKI 5,5 – Tanto movimento per la squadra, ma non riesce mai ad arrivare al tiro.

LASAGNA 6 – Pochi minuti dal suo ingresso, conclude direttamente in porta, costringendo Dragowski a un difficile intervento.

GOTTI 6 – Schiera a sorpresa Jajalo e Nestorovski dall’inizio, ma nemmeno questo consente di invertire la tendenza: l’attacco bianconero rimane penultimo in serie A. Notevole, invece, la qualità difensiva del suo team.

CORRIERE DELLO SPORT

MUSSO 6,5 – Chiamato in causa poche volte, su Chiesa sventa l’occasione più pericolosa.

BECAO 6,5 – Contiene Vlahovic con precisione quasi chirurgica.

EKONG 6,5 – Al posto giusto nel momento giusto. Spazza via su Badelj e neutralizza Lirola nel finale.

NUYTINCK 5,5 – Da un suo rinvio maldestro, Milenkovic colpisce il palo. Troppe imprecisioni.

LARSEN 6 – Dopo un primo tempo in sordina, cresce nella ripresa.

DE PAUL 6,5 – Prende prima le misure, poi impone il suo gioco. Complice un errore di Badelj, semina il panico in avvio di secondo tempo fino a che Pezzella non spazza via, poi ci riprova con un destro quasi da fermo.

JAJALO 6 – Fa il suo compito, garantendo equilibrio alla squadra.

FOFANA 6 – Serve Lasagna nell’azione più pericolosa dei friulani.

MANDRAGORA 6 – Pericoloso sempre, quando c’è da tentare la conclusione e quando invece c’è da mettere un traversone in mezzo.

SEMA 6,5 – E’ il motore della sua squadra: a sinistra spinge e apre spazi, trasformandosi nel pericolo numero uno per i viola. Nella ripresa, cala.

ZEEGELAAR SV – Entra e soffre

OKAKA 5,5 – Di testa, sa sempre come far correre i brividi lungo la schiena. Ma dura un tempo.

NESTOROVSKI 5,5 – Titolare dopo due mesi. E’ lui ad aprire la strada per la prima occasione dei friulani, poi evapora.

LASAGNA 6 – Veloce quanto basta per mettere in difficoltà la Fiorentina, il suo sinistro violento viene però neutralizzato da Dragowski.

GOTTI 6 – Quarto pareggio consecutivo: c’è ancora da guardarsi alle spalle.

 

6,5
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy