Ciclismo: a Buia l’otto maggio torna la LeggendAria

Ciclismo: a Buia l’otto maggio torna la LeggendAria

Quest’anno la manifestazione riveste particolare significato, coincidendo con il 40° anniversario del terremoto, che il 6 maggio 1976 sconvolse il Friuli.

Commenta per primo!

La 9° edizione della Leggendaria organizzata dalla Ciclistica Bujese, si svolgerà l’8 maggio 2016, con partenza e arrivo a Buja. Quest’anno la manifestazione riveste particolare significato, coincidendo con il 40° anniversario del terremoto, che il 6 maggio 1976 sconvolse il Friuli. La manifestazione ciclo turistica, attraversa 10 Comuni della Comunità Collinare: Buja, Osoppo, Majano, Forgaria, Ragogna, San Daniele, Rive d’Arcano, Fagagna, Colloredo di M. A. Treppo Grande.

In 7 di questi Comuni ci furono 395 morti a causa del sisma, con un patrimonio edilizio praticamente dimezzato. Si potranno vedere gli splenditi castelli ricostruiti di Susans, Caporiacco, Colloredo di Monte Albano e tanti altri edifici tra cui molte Chiese, riedificati con una ricostruzione esemplare. I percorsi sono 3, il lungo di 97 km, che comprende l’anello del Monte di Ragogna di 13 km e l’anello di Forgaria di 18 km, il medio di 63 km, che introduce come novità le varianti, con le salite ai castelli di Susans e di Rive D’Arcano. Mentre il percorso corto di 32 km, denominato la Leggendarina ricalca l’intinerario degli scorsi anni. Il percorso lungo con pendenze che toccano il 16% è adeguato a ciclisti preparati, chi lo affronta con la bici storica è ancora più “leggendario”, un tracciato impegnativo con i suoi 1270 metri di dislivello, che può essere considerato un piccolo “Giro delle Fiandre”,Vengono altresì ridotti di 8 km i tratti di strada sterrata. Inoltre, i 3 km della salita al Monte di Ragogna verranno effettuati “tipo gara” con iscrizione specifica per una sfida sulle dure rampe della salita, con premi ai primi 3 classificati. Ma la più corposa novità di questa 9° edizione è l’inserimento dell’anello di Forgaria, (10° Comune), un arricchimento paesaggistico importante dato che il percorso attraversa la Val d’ Arzino, il parco del lago di Cornino, le pendici di Monte Prat, il Tagliamento, tra l’altro Forgaria si caratterizza per essere il paese dei grifoni. “La Leggendaria” con il 2016 rientra negli eventi di “Gemona città dello sport e del ben stare”.

Un percorso dove ci sono 12 castelli, il lago di Ragogna, fiumi importanti, come il Tagliamento, L’ Arzino, il Corno, il Ledra, il Cormor, lo storico Forte di Osoppo, le molte Chiese e Pievi, il cimitero ebraico datato 1742, San Daniele denominata la “Siena del Friuli,” la ruralità delle campagne di Fagagna e Colloredo di M. A., il Monte di Buja, collina più alta della cerchia morenica, il Monte di Ragogna, la montagna più bassa d’Italiacon i suoi 512 m. i mulini e le roggie di San Floreano, le risorgive di Bars nel parco del Tagliamento, e tanti altri luoghi di interesse storico e paesaggistico. Saranno predisposti ristori a San Daniele e Caporiacco più il pranzo all’arrivo organizzato nel parco della piscina comunale di Buja. Una edizione, per quanto riguarda la partecipazione con le stesse modalità degli scorsi anni, dove possono partecipare tutti senza vincoli, con partenza “alla francese” dalle 9.00 alle 9.30, mentre il gruppo degli storici partiranno tutti assieme alle 9.30. Invece i partecipanti alla Leggendarina partiranno dalle 10.00 alle 10.15.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy