Tennis, Cordenons: Sonego e Lorenzi avanti tutta

Tennis, Cordenons: Sonego e Lorenzi avanti tutta

Nella parte bassa, pronostico rispettato nella sfida tra il giapponese Taro Daniel, numero 2 del tabellone, e la promessa azzurra Matteo Donati

Commenta per primo!
Si delinea la griglia dei quarti di finale, al via domani, dell’Atp Challenger di Cordenons, Acqua Dolomia cup, in programma sino a domenica sui campi dell’Eurosporting. Nella parte alta del tabellone, il primo quarto confezionato vedrà di fronte lo spagnolo Gimeno Traver, vincitore della prima edizione del torneo cordenonese nel 2004, e il ceco Mertl. Il primo liquida in due set (6-3 6-3) una delle rivelazioni della kermesse, l’argentino Collarini, che dopo aver superato di slancio le qualificazioni aveva vinto il primo turno del tabellone principale. Il secondo, invece, passa senza nemmeno scendere in campo, a causa di un infortunio che ha messo Ko l’azzurro Cecchinato.
Nella parte bassa, pronostico rispettato nella sfida tra il giapponese Taro Daniel, numero 2 del tabellone, e la promessa azzurra Matteo Donati: il nipponico si impone in due partite (6-3 6-4). E ora nei quarti se la vedrà con un altro talento della scuola tricolore, quel Lorenzo Sonego capace in poco meno di due ore di avere ragione (6-2 7-5) del solido spagnolo Taberner, arrivato dalle qualificazioni e già fatale alla testa di serie numero 5 del torneo, lo sloveno Zemlja.
Mentre nel recupero del match non disputato ieri sera a causa del maltempo, il ventenne svedese di origini etiopi, Ymer, elimina il campano Giustino, protagonista di un ottimo match, prima di cedere nettamente nel terzo e decisivo set (6-2 3-6 6-1). Ora Ymer nei quarti affronterà Gianluigi Quinzi, galvanizzato dalla recente vittoria sulla testa di serie numero 3, Mayer.
In serata la scena è tutta per la classe e il carattere di Paolo Lorenzi, testa di serie numero 1 dell’Atp Challenger di Cordenons, che approda ai quarti di finale al termine di un avvincente match con il più giovane Edoardo Eremin, 305 del ranking mondiale. Così come nell’esordio con Trusendi, il tennista romano va sotto un set (6-4), ma reagisce in maniera perentoria,  e con un doppio 6-1 ribalta il match a suo favore. Il numero 41 del mondo ai quarti sfiderà il vincente della sfida tra il detentore del torneo, il serbo Krajinovic, e il croato Mektic.
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy