Basket: La Delser Udine si arrende con onore

Basket: La Delser Udine si arrende con onore

La Rittmeyer Marghera vince solo dopo un supplementare con la Delser Basket School nella prima giornata di ritorno del campionato di serie A2 femminile

Commenta per primo!

Alla Rittmeyer Marghera è servito un supplementare per piegare la Delser Basket School nella prima giornata di ritorno del campionato di serie A2 femminile. Dopo 45 minuti le venete si sono imposte 65-70, interrompendo così la striscia di vittorie consecutive – sei finora – della Libertas, e conquistando due punti importanti in chiave classifica: con la vittoria di oggi, infatti, Marghera sale a quota 18, mentre Udine deve fermarsi a 16.

È stata una partita dai mille volti. Le udinesi hanno iniziato il match con grinta e determinazione, mettendo in difficoltà la difesa avversaria incapace di limitare gli attacchi da parte di una scatenata Caterina Bianco (16 punti a referto) nel pitturato. Nei primi due quarti, infatti, la formazione di casa ha gestito ogni possesso con grande consapevolezza, mettendo in campo un gioco fluido e dinamico che è valso prima il +12 del quarto iniziale e poi il 38-27 di metà gara. Rispetto al match d’andata di ottobre, la situazione questa sera sembrava essersi capovolta, con Udine in vantaggio e le Giants ad inseguire; ma la squadra di Iurlaro, dopo la pausa lunga, ha ritrovato fiducia nei propri mezzi piazzando un parziale di 0-19 più che determinante: la Delser non ha segnato per circa otto minuti e Marghera ne ha approfittato, recuperando lo svantaggio sulle palle perse avversarie e riportandosi avanti fino al +8 (42-50) di inizio quarto periodo.
La Libertas ha decisamente abbassato la guardia e ha perso lucidità in un momento critico del match. Solo nell’ultimo quarto Vincezzotti e Ofomata hanno suonato la carica, riaccorciando le distanze (48-52) e permettendo poi a Mancabelli di concludere la rimonta, prima con l’assist per la stessa nigeriana (56-57) e poi con la tripla del contro sorpasso (59-57). A 12” dalla fine, però, Marghera si è giocata tutte le carte a propria disposizione con la solita Iannucci che dalla lunetta ha messo a referto il 2/2 del 59-59 di fine gara.
All’inizio del supplementare, Udine è scesa in campo con quattro giocatrici su cinque cariche di 4 falli ciascuna; dopo pochi secondi Ofomata, sulla quinta penalità, ha lasciato il campo, privando la Delser di uno dei migliori terminali offensivi della serata. Marghera allora ha continuato ad attaccare e Udine a rispondere a tono, ma sul canestro di Fabris (63-67) a 1’36 dalla sirena qualcosa si è spezzato: le udinesi non sono riuscite a riacciuffare il match e la Rittmeyer ha festeggiato la vittoria esterna.

DELSER BASKET SCHOOL UDINE 65
RITTMEYER GIANTS MARGHERA 70

(24-12; 38-27; 42-48; 59-59)

UDINE: Bianco 16, Ciotola, Beltrame, Petronio n.e., Mancabelli 17, Sturma, Vicenzotti 12, Zanelli n.e., Pontoni, Da Pozzo, Rainis 4, Ofomata 16. Coach Medeot.
MARGHERA: Rosset 21,Zavalloni, Iannucci 21, Toffolo 7, Fabris 6, Castria, Cecili 11, Biancat, Baldi 4, Fiorin. Coach Iurlaro.
Arbitri dell’incontro: Stefano Bonetti di Ferrara e Daniele Calella di Bologna.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy