Gsa Udine, continua il tabù trasferta: Bondi micidiale dalla distanza

Gsa Udine, continua il tabù trasferta: Bondi micidiale dalla distanza

I bianconeri vengono piegati per 92-77 da Ferrara, micidiale nei tiri da 3. Mvp dell’incontro Cortese con 28 punti. Dykes uscito per cinque falli

di Castellini Barbara, @barchettazzurra

Ancora una sconfitta lontano dal PalaCarnera per la Gsa Udine. Questa sera, infatti, i bianconeri sono stati sconfitti per 92-77 da Bondi Ferrara, in serata strepitosa soprattutto nei tiri da 3. La difesa friulana non è riuscita a fermare Cortese (Mvp dell’incontro con 28 punti) & compagni, autori di un inizio e di un finale di gara davvero importanti. L’Apu è riuscita a rispondere soltanto nel secondo quarto, dove ha tenuto a freno gli avversari riaprendo una gara già compromessa in avvio. L’unico aspetto positivo della serata è la classifica: nonostante il ko, infatti, il team di coach Lino Lardo mantiene il terzo posto, condiviso con Tezenis Verona e XL Montegranaro, alle spalle di Alma Trieste e Fortitudo Bologna, appaiate a quota 30.

CRONACA. Ancora senza gli infortunati Andrea Benevelli e Mauro Pinton, Lardo schiera: Veideman, Dykes, Raspino, Ferrari e Pellegrino. Mentre coach Andrea Bonacina manda in campo: Moreno, Cortese, Rush, Hall e Fantoni. I primi due punti del match portano la firma di Raspino a segno dalla lunetta dopo 24 secondi, fallo di Cortese (0-2). Lo stesso Cortese sigla i primi punti casalinghi (2-2). Dopo il +4 messo a segno da Pellegrino e Dykes, però, i bianconeri cominciano a subire il ritorno dei padroni di casa che toccano il +5 dopo 3 minuti e mezzo di gioco (12-7). Sembra un monologo emiliano, al quale l’Apu fa da spettatore: Fantoni, Rush, Hall e Cortese affondano gli avversari portando Bondi sul +12 a meno di 2 minuti dal termine del primo periodo (23-11). E nel finale la situazione peggiora ulteriormente: dopo la tripla di Panni (26-14), Fantoni trasforma i due tiri liberi (fallo di Mortellaro) allo scadere per il 28-14 con il quale si arriva alla prima sirena. Nella seconda frazione, la Gsa Udine scende in campo con un altro spirito: le triple di La Torre e Bushati e la schiacciata a una mano di Diop rimettono in partita i friulani che dopo 3 minuti di gioco sono a sole 4 lunghezze di distacco dai ragazzi di Bonacini (28-24). I friulani riprendono coraggio e lasciano ben poca iniziativa ai rivali. A 2 minuti e 30 secondi dalla seconda sirena Dykes porta Udine sul -1 (32-31) e a 30 secondi dall’intervallo lungo Nobile firma il +1, con una tripla dall’angolino che congela il Pala Hilton Pharma (35-36). Ma a 22 secondi dal termine del secondo quarto Cortese riporta avanti i suoi (38-36). Si riprende con Ferrara brava a tornare oltre i due possessi di vantaggio grazie alla tripla di Rush ed all’appoggio di Moreno (45-38 al 22′) mentre Udine perde un paio di palloni decisamente banali con Raspino e Dykes. Ferrara però non trova in Hall un realizzatore costante e gli ospiti rimangono in scia con il gioco da tre punti di Diop. Risponde Moreno dopo l’ottimo scarico di Rush e Cortese dalla lunetta dopo un più che dubbio fallo fischiato a Raspino. Udine è brava a non mollare e rimane a contatto con i canestri di Dykes e Raspino (50-47 al 25′), entra in partita anche Veideman mettendo a segno la tripla del pareggio e per Ferrara è tutto da rifare. Il tira e molla prosegue con la Bondi nuovamente avanti grazie a Moreno e Rush, da sottolineare anche l’ottimo lavoro a rimbalzo di Hall bravo a contestare ogni possesso di Udine (55-50 al 28′). Fino ad ora il migliore in campo è Moreno bravo sia a segnare che a mettere in ritmo i compagni, Molinaro ringrazia e schiaccia il +7 estense seguito da Cortese che schiaccia anch’egli di prepotenza. Udine perde ritmo in attacco e precipita a -11 dopo l’appoggio di Hall bravissimo a svitarsi in post basso, l’ultimo possesso del quarto è di Ferrara con Hall che si prende una tripla impossibile e la manda a bersaglio con tre secondi rimasti fissando il tabellone sul 64-50. L’ultimo quarto inizia con Udine che torna a segnare da tre punti con Bushati, bravo ad insaccare una difficile conclusione allo scadere dei 24 secondi. E’ il giocatore di origini albanesi il più efficace dei suoi servendo anche l’assist per due punti facili a Ferrari. La Bondi replica con Moreno che prima serve Panni per la tripla dall’angolo e poi appoggia al vetro due punti non banali. Sul ribaltamento va a segno Dykes sanzionato però anche con un fallo tecnico per le troppe proteste (71-59 al 33′). Ferrari e Veideman mantengono i bianconeri in linea di galleggiamento ma ancora Moreno batte la zona avversaria scaricando benissimo per la bomba di Panni in angolo. Udine finisce anche molto presto in bonus, Hall ringrazia e segna il liberi dell’81-66 con quattro minuti rimasti da giocare. Diop prova a scuotere i suoi mettendo la consueta energia a rimbalzo, Ferrara però è in ritmo e continua a bombardare da tre punti grazie alla perfetta regia di Moreno (84-68 al 37′). Gli ultimi minuti sono pura gestione da parte della Bondi con coach Bonacina che offre spazio ai giovani Donadoni e Carella che possono festeggiare la larga vittoria per 92-77 che conferma l’ottimo momento di Cortese e compagni.

IL TABELLINO

BONDI FERRARA – GSA UDINE 92-77

(28-14, 38-36, 64-50)

BONDI FERRARA: Mancini ne, Rush 8, Drigo ne, Hall 11, Fantoni 9, Carella ne, Donadoni, Molinaro 6, Cortese 28, Panni 15, Moreno 15. All. Andrea Bonacina.

GSA UDINE: Dykes 12 punti, Mortellaro 6, La Torre 3, Veideman 10, Raspino 4, Nobile 6, Ferrari 6, Chiti ne, Pellegrino 5, Diop 11, Bushati 14. All. Lino Lardo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy