Gsa Udine, Lardo: vittoria dedicata a Melilla

Gsa Udine, Lardo: vittoria dedicata a Melilla

Prima di analizzare la gara di questa sera, il coach bianconero ha desiderato rivolgere un pensiero affettuoso allo stimato collega, attualmente ricoverato all’ospedale di Udine per emorragia cerebrale

L’atmosfera è quella delle grandi feste, ma negli di coach di Lino Lardo traspare una velata tristezza. Anche in una serata vittoriosa come quella odierna, il pensiero del tecnico bianconero vola allo stimato collega Giulio Melilla, che attualmente è alle prese con la battaglia più difficile. Da lunedì, infatti, è ricoverato all’ospedale di Udine per emorragia cerebrale. “Ci tengo a dire che il mio pensiero oggi è rivolto a Giulio Melilla – l’incipit di Lardo -. Gli siamo vicini, sono stato anche allenato da lui in passato… cerchiamo di trasmettergli tutta l’energia possibile a lui e alla famiglia”. Per quanto riguarda la schiacciante vittoria contro la Fiorentina Basket, il tecnico di Albenga sottolinea: “Abbiamo avuto una settimana difficile per via degli infortuni. La mancanza di Ricky Truccolo e Davide Poltroneri è stata importante. Ferrari ha giocato bene nel ruolo di ala, cosa che in questo campionato ha fatto pochissimo. E’ stata anche una partita in cui siamo riusciti a inserire Porta, Di Giuliomaria ha preso ancora maggior confidenza con la squadra. Sulla carta era comunque una gara che dovevamo vincere”. In merito al neo-acquisto argentino, ha dimostrato di poter “convivere” in campo con il play Gianluca Marchetti: “Porta è un giocatore così intelligente e fisicamente può ricoprire anche il ruolo di guardia.. E’ arrivato giovedì ma sembra che sia con noi da sempre ed è proprio quello che ci aspettiamo da lui: disponibilità, leadership e visione del gioco. Può dare sicurezza al reparto delle guardie. Con Porta aumentiamo il tasso di esperienza e di talento”.

(foto: ZAMOLO)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy