Gsa Udine, partita da urlo! Ravenna ko ai supplementari

Gsa Udine, partita da urlo! Ravenna ko ai supplementari

Avanti per tutto l’incontro, i bianconeri crollano nel quarto periodo. Ma nell’overtime Benevelli mette a segno 6 punti in pochi secondi. Mvp Montano con 26 punti

di Castellini Barbara, @barchettazzurra

Ci è voluto un tempo supplementare per mettere in cassaforte i primi due punti della stagione. Ma la Gsa Udine è una squadra dalle emozioni forti, capace di spegnere e accendere la partita, spinta non dai singoli, ma da un gruppo capace di trovare energie e magie nel momento meno atteso. Dopo aver comandato per tre periodi l’incontro con Orasì Ravenna, i bianconeri sono incappati in un quarto periodo da dimenticare con soli 8 punti all’attivo. Uno scivolone che ha consentito ai romagnoli – guidati da Matteo Montano, Mvp dell’incontro con 26 punti – di agguantare gli insperati supplementari (dopo aver toccato il meno 20). E proprio quando ormai tutto sembrava perduto, con Ravenna a un passo dal terzo successo consecutivo nella Serie A2 2017-2018, Andrea Benevelli ha preso in mano la squadra mettendo a segno le due triple decisive che hanno chiuso la super-sfida del PalaCarnera, alla quale hanno assistito 3mila spettatori. Una vittoria per coach Lino Lardo che vale molto più dei due punti in classifica. Il campionato dei friulani è ufficialmente cominciato.

Nessun problema di formazione per Lardo che schiera dal primo minuto: Veideman, Dykes, Diop, Benevelli, Mortellaro. Coach Antimo Martino schiera, invece, Montano xx I primi due punti del match li mette a segno Mortellaro (2-0), in seguito Udine e Ravenna danno il via a un divertente duello che vede le formazioni dopo 3 minuti e 18 seondi sul 7-7. A metà periodo Diop porta i friulani sul +4 (11-7) e 3 minuti e 30 secondi dalla prima sirena si registra il massimo vantaggio per i padroni di casa: +7 (16-9) grazie al canestro di Dykes che conquista anche il fallo e realizza dalla lunetta. Con una tripla di Montano e un canestro da due di Masciadri Ravenna si riporta sotto (16-14), ma dopo il timeout deciso da Lardo i friulani tornano sul parquet con la giusta carica e chiudono la prima frazione sul 21-16, grazie alle prodezze di Veideman e Dykes. Il secondo periodo si apre con la tripla di Pellegrino (24-16) ed è lo stesso numero 29 bianconero a dare il via alla prima fuga dei padroni di casa (26-16) dopo un minuto e 13 secondi. Ad arrotondare il vantaggio è Dykes con una tripla allo scadere dei 24 secondi (29-16). Il +16 porta, invece, la firma di Veideman, freddissimo dalla distanza (32-16). Ravenna prova a rientrare in partita, ma sbaglia moltissimo sotto canestro e l’Apu riesce a gestire. A 25 secondi dalla seconda sirena, Pinton porta i friulani all’intervallo lungo sul 43-26. Il terzo periodo si apre ancora con un canestro bianconero, questa volta l’autore è Veideman (45-26). Dopo un minuto e 22 secondi l’Apu agguanta il +20 con un canestro di Dykes che conquista anche fallo (Giachetti). La guardia Usa realizza per il 48-28. Dopo due minuti e cinquanta secondi di gioco, si segnala la grande giocata di Nobile che tiene i bianconeri sul +17 (50-33). Passano i secondi e Udine comincia ad avvertire una leggera flessione, ma Raspino, impiegato poco nelle prime due frazioni, diventa assoluto protagonista nel giro di pochi secondi, con un canestro (con fallo e conseguente libero trasformato) e una tripla messa a segno in un momento-clou del match. Il terzo quarto si chiude sul 60-45. L’ultima frazione si apre con i romagnoli “arrembanti”, e dopo circa 3 minuti di gioco è di 10 lunghezze il distacco (60-50). A metà periodo una splendida tripla di Montano avvicina pericolosamente Ravenna (62-55) e pochi istanti dopo lo stesso gioiellino ex Fortitudo replica (62-58). A interrompere il blackout bianconero è Raspino (64-58). Montano continua a mettere pressione ai padroni di casa a suon di triple (64-61). Risponde Dykes (66-61) a due minuti dalla fine dell’incontro. E quando mancano 35 secondi Rice piazza il canestro del 66-63. Raspino “scalda” il Carnera con il 68-63, ma ancora una volta è Montano a raffreddare il pubblico di casa (68-65) a 18 secondi dall’ultima sirena. E proprio lo scadere sempre l’ex Fortitudo regala a Ravenna gli insperati supplementari con una tripla dall’angolo destro. Nei 5 minuti extra, Ravenna sfiora il +5 con il “solito” Montano, ma nel finale sale in cattedra Benevelli che zittisce il settore ospiti con due triple da manuale per l’80-79 finale.

 

IL TABELLINO

GSA UDINE – ORASÌ RAVENNA 80-79 (68-68 dtr)

(21-16, 43-26, 60-45)

GSA UDINE: Dykes 20 punti, Mortellaro 6, Veideman 15, Raspino 10, Nobile 2, Pinton 6, Ferrari 4, Chiti ne, Pellegrino 7, Benevelli 6, Diop 4. All. Lino Lardo.

ORASÌ RAVENNA: Montano 26 punti, Sgorbati, Giachetti 8, Chiumenti 7, Raschi 2, Esposito ne, Masciadri 10, Vitale, Rice 17, Grant 9. All. Antimo Martino.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy