A Cividale esplode la festa per la Gsa Udine

A Cividale esplode la festa per la Gsa Udine

Contro Recanati la formazione di Lardo centra la prima vittoria casalinga. Come a Piacenza, l’Mvp è Okoye con 23 punti. Esordio in bianconero per la guardia americana Ray che va subito in doppia cifra

Era tanta la voglia di conquistare i primi due punti in casa e dare continuità all’ottima prestazione fornita a Piacenza. Così si spiega la Gsa Udine Recanati Edi Snaidero 2prova superlativa offerta dalla Gsa Udine questo pomeriggio al palasport di Cividale contro Recanati. Compatti, precisi e rocciosi al punto giusto, gli uomini di coach Lino Lardo si sono imposti fin dalle prime battute, non dando mai la possibilità agli avversari di rientrare in partita. Il risultato finale (84-62) è schiacciante, ma lo è ancor di più la prestazione dei friulani. Regalo migliore non poteva essere per il presidente Alessandro Pedone, che proprio ieri ha compiuto 47 anni. La “matricola terribile dell’A2” come lui stesso l’ha definita, sta già mostrando qualità importanti. E l’innesto di Allan Ray (autore di 12 punti) rappresenta la ciliegina sulla torta su un roster che vanta rotazioni di ottimo livello in ogni reparto. Con un Stan Okoye in grado di fare la differenza sul piano fisico e tecnico e con un play come Andrea Traini in grado di fornire ai compagni assist preziosi e notevoli giocate, che hanno entusiasmato gli oltre 2mila spettatori presenti (tra questi anche l’ex presidente della Pallalcesto Snaidero Udine Edi Snaidero). E i punti in classifica sono già quattro dopo tre giornate…

La novità più interessante dei dodici di Lardo è sicuramente l’innesto di Ray, l’ex Virtus Bologna, giunto in settimana a Udine. Fuori causa, invece, come annunciato Michele Ferrari, alle prese con problemi alla schiena ed esclusi per scelta tecnica i giovani Gatto e Maran. Quintetto di partenza, dunque, con: Traini, Okoye, Castelli, Pinton e Cuccarolo. Dopo i primi due punti messi a segno da Reynolds, la Gsa Udine replica con Okoye e conquista il primo vantaggio a due minuti e 4 secondi sempre con il nigeriano che mette a segno uno dei due tiri liberi a disposizione (3-2). Cuccarolo allunga (5-2) e Pinton aumenta il vantaggio con la prima tripla della giornata (8-2). Da questo momento comincia il Traini show in poco più di un minuto il play – grande ex dell’incontro – realizza due triple intervallate da un canestro da due portando a +14 il vantaggio bianconero. Castelli in contropiede realizza il +16 e Cuccarolo firma dopo il primo timeout (chiamato da coach Calvani) il +18. A 2 minuti e 57 secondi dalla fine Castelli va ancora a segno su azione e su tiro libero (+19). Con Okoye, poi, la Gsa Udine conquista il massimo vantaggio (+21) e si porta a 25 punti. Recanati prova a reagire, ma il passivo è davvero pesante. Tuttavia con i canestri di Reynolds, Bader e Bolpin arriva a -16. Quando si avvicina lo scadere del primo periodo Lardo manda in campo l’atteso Ray che sigla i suoi primi due punti bianconeri a 17 secondi dalla fine. Il primo quarto si chiude con i due liberi realizzati da Reynolds (27-11). Ancora un libero per gli ospiti a inizio secondo periodo, ma ci pensano Truccolo (due punti) e Traini (due liberi) a tenere gli avversari a distanza. Il pubblico, davvero numeroso, si scalda definitivamente con la tripla di Okoye dopo 5 minuti e 37 secondi (34-19), che si supera a tre minuti dalla fine raccogliendo un rimbalzo offensivo su tiro di Pinton (37-19). Pinton mette comunque la firma a meno due dal termine (39-19) e il vantaggio aumenta nuovamente con i tre liberi realizzati da Okoye (42-19). Con la schiacciata di Reynolds e il libero (su due a disposizione) di Traini si arriva all’intervallo lungo (43-21). Nella terza frazione è ancora Okoye a rompere il ghiaccio con una tripla sublime (46-24). Splendida anche la realizzazione di Truccolo dopo 5 minuti e 30 di gioco (51-30). La Gsa Udine continua a spingere e Recanati non riesce mai a entrare in partita. A scaldarsi le mani, invece, è Ray che raggiunge con estrema facilità la doppia cifra arrivano all’ultimo intervallo con 12 punti. L’ultimo periodo riparte dal 63-42 a favore dei friulani ed è ancora un leitmotiv bianconero. Prese le giuste contromosse agli avversari fin dall’inizio, i padroni di casa non si sono comunque limitati ad amministrare. Ancora spettacolo, infatti, con la tripla di Ray, a cui seguirà quella di Nobile. A un minuto e 50 secondi dalla fine, poi, Lardo richiama Ray (applauditissimo) e manda in campo Ousmane Diop, all’esordio assoluto in A2. Non male per un ragazzo di soli 16 anni, che fallisce però la prima occasione di andare a canestro (due tiri liberi out). Finale tutto in discesa per i bianconeri che fissano il finale sull’84-62.

IL TABELLINO

(27-11, 43-21, 63-42)

GSA UDINE – AMBALT RECANATI 84-62

GSA UDINE: Diop, Castelli 9 punti, Okoye 23, Zacchetti 2, Truccolo 9, Nobile 4, Cuccarolo 4, Traini 12, Pinton 7, Vanuzzo, Chiti ne, Ray 14. All. Lardo.

AMBALT RECANATI: Reynolds 17 punti, Bader 7, Marini ne, Pierini 4, Loschi 12, Bolpin 10, Sorrentino 2, Fossati, Maspero 5, Spizzichini 5. All. Calvani.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy