La Gsa Udine annienta i giganti di Treviso

La Gsa Udine annienta i giganti di Treviso

Strepitosa prestazione degli uomini di Lardo che conquistano un importante successo interno. Mvp dell’incontro Ray con 27 punti. Primo sold-out della stagione a Cividale

Un boxing day che rimarrà nella storia bianconera. Davanti a 2.774 spettatori – primo sold-out della stagione al palasport di Cividale -, la Gsa Udine ha compiuto la grande impresa, quella che, a poche ora della vigilia sembrava una vera e propria mission impossible. Con coraggio, determinazione e una regia – quella di coach Lino Lardo – da manuale, la formazione bianconera è riuscita a strappare una vittoria fondamentale in chiave salvezza contro la capolista Treviso. Prese le misure agli avversari, i friulani hanno condotto la gara aumentando di punto in punto il vantaggio sui veneti. Nei primi due quarti Allan Ray – risultato a fine match Mvp con 27 punti -, Mauro Pinton e Stan Okoye hanno dettato legge a suon di triple, con Treviso “imbabolata” sotto canestro, anche per l’intensità difensiva di Cuccarolo & compagni. Dopo l’intervallo lungo i bianconeri hanno concesso qualcosa, ma dimostrando di riuscire ad amministrare senza problemi il vantaggio sulla prima della classe, grazie alla tenuta dimostrata oggi (forse per la prima volta) da Okoye. E giovedì ci sarà un altro big-match, a Bologna, contro la Fortitudo. Perchè svegliarci sul più bello?

Recuperati Joel Zacchetti, per l’occasione “promosso” capitano vista l’assenza perdurante di Manuel Vanuzzo, e Riccardo Truccolo, coach Lardo manda in campo: Nobile, Ray, Ferrari, Okoye, Zacchetti. Il collega Pillastrini risponde con: Perry, DeCosey, Ancellotti, Fantinelli e Saccaggi. Avvio di gara piuttosto equilibrato con i primi due punti messi a segno da Nobile dopo un minuto e 18 secondi di gioco (2-0), ai quali risponde Perry (2-2). Treviso passa in vantaggio dopo 2 minuti e 45 con DeCosey che trasforma due liberi concessi dal direttore di gara per fallo di Zacchetti (2-4). Ferrari riporta in equilibrio la gara e Fantinelli prova nuovamente ad allungare (4-6). Con la schiacciata di DeCosey, partito in contropiede dopo un errore di Nobile, e il canestro di Ancellotti il vantaggio trevigiano sale a +6 (4-10) a metà periodo. Per l’Apu sembra l’anticamera di un’altra giornata storta, e invece… A 4 minuti e 36 dal termine della frazione di gara, Pinton, appena entrato piazza la prima tripla del match (7-10). La Gsa Udine prende coraggio e si porta a meno uno con Ray (9-10). Da quel momento comincia un’altra gara. A 3 minuti e 32 dalla prima sirena Cuccarolo completa la rimonta (11-10) e Ray spinge i friulani sul +3 (13-10). Intanto Gatto e Truccolo (rientrato dopo oltre un mese di stop per infortunio), fanno il loro ingresso in campo al posto di Ferrari e Okoye. Intanto è ancora Pinton a colpire da fuori area (16-10) a meno di due minuti dalla fine del primo quarto. Ma non basta. Pinton si ripeterà a 50 secondi dalla fine dopo un’altra tripla, firmata da Ray, portando il vantaggio a +12 (22-10). I liberi di Negri e Moretti chiudono il parziale sul 22-14. Il secondo periodo si apre ancora all’insegna della Gsa Udine: la tripla di Pinton e la schiacciata da Cuccarolo portano il vantaggio friulano a +13 (27-14). Straordinaria l’onda d’urto bianconera che, punto dopo punto, vede aumentare il distacco fino al +25 a 3 minuti e 43 secondi dal termine del periodo. Timida la reazione di Treviso che crolla sul finire del quarto addirittura a -29 (50-21), “bombardata” da Pinton, Ray e Okoye. E “perde” il suo allenatore, costretto a uscire dal campo per un piccolo problema respiratorio. Proprio allo scadere Fantinelli centra la prima tripla trevigiana e si va all’intervallo lungo sul 52-26. La terza frazione si apre con la Gsa Udine nuovamente avanti grazie a Okoye (54-26). Treviso sfrutta al meglio i liberi concessi dal direttore di gara per fallo di Ferrari su Moretti, che realizza 2/2. (54-28). Al minuto 7.40, proprio allo scadere dei 12 secondi, esplode il palazzetto di Cividale, grazie a una spettacolare tripla di Okoye proprio allo scadere dei 24 secondi (57-28). Treviso a questo punto prova a reagire e lo fa con Fantinelli, autore di una tripla (57-31) e con Moretti che accorcia ulteriormente (57-33). La formazione di Lardo comincia ad accusare una leggera stanchezza, favorendo così il ritorno degli ospiti che comunque vengono tenuti a debita distanza. Okoye sembra avere l’argento vivo addosso e tiene costantemente in partita i friulani. Treviso si aggrappa a Fantinelli che con una tripla a 2 minuti e 22 dal termine della frazione prova a mettere pressione ai padroni di casa (61-43). La Gsa Udine trova in Ray i punti-chiave e chiude il terzo periodo a +18 (65-47). I primi punti dell’ultimo quarto sono firmati da Rinaldi che trasforma i due liberi assegnati per fallo di Diop (65-49). L’Apu sembra aver smarrito la via del canestro, ma Okoye con una tripla da manuale smentisce tutti (68-49). A metà periodo Fantinelli accorcia (68-51). A 4 minuti e 40 secondi arriva l’ennesima tripla di Okoye (71-51). A 2 minuti e 16 dal termine Ray realizza dalla lunetta (72-51) e per Treviso si avvicina inesorabilmente il capolinea. La Torre realizza un libero sui due a disposizione (72-52), ma è il giovane Gatto a trovare la sua prima tripla in serie A2 (75-52). A 50 secondi dalla fine Nobile firma l’ultimo libero della sfida (76-52). Ferrari e La Torre fissano il finale sul 78-57.

 

IL TABELLINO

GSA UDINE – UNIVERSO TREVISO BASKET 78-57

(22-14, 52-26, 65-47)

GSA UDINE: Diop, Gatto 3 punti, Okoye 23, Zacchetti, Truccolo, Nobile 5, Cuccarolo 4, Traini, Pinton 12, Ferrari 4, Chiti, Allan 27. All. Lardo.

UNIVERSO TREVISO BASKET: Perry 9, La Torre 6, Moretti 6, Malbasa, Fantinelli 15, Saccaggi 2, Rinaldi 7, Negri 2, Poser 2, Ancellotti 4, DeCosey 4. All. Pillastrini.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy