La Gsa Udine rialza la testa, Ferrara ko

La Gsa Udine rialza la testa, Ferrara ko

Al termine di una gara molto combattuta i bianconeri ritrovano la vittoria dopo tre stop consecutivi per 74-64. Mvp dell’incontro Pinton con 18 punti

Serviva una vittoria e la vittoria è arrivata. Al termine di un pomeriggio tutt’altro che facile, al termine di una gara combattuta oltremisura, al termine di un confronto più “sanguigno” che tecnico. Dopo tre sconfitte consecutive, la Gsa Udine ha battuto al palasport di Cividale Bondi Ferrara per 74-64, grazie soprattutto a una prova di cuore di Pinton & compagni. Proprio la guardia veneta, che ha ereditato la fascia di capitano da Vanuzzo (assente per infortunio), è stato protagonista di una gara di alto profilo con 18 punti realizzati, che gli hanno consentito di meritare il titolo di Mvp dell’incontro. E anche se questo successo non si può considerare del tutto scacciacrisi (qualche errore in fase di impostazione si è ripresentato puntuale), possiamo festeggiare due punti che riportano i friulani in posizione “tranquilla” nel girone Est di A2 e consentono di preparare al meglio gli ultimi impegni del 2016. Applausi, infine, per Andrea Traini, spesso criticato e oggi playmaker di personalità, esattamente come richiesto da coach Lino Lardo. L’importante ora è mantenere la rotta.

Ancora senza Riccardo Truccolo e Joel Zacchetti – ai quali si è aggiunto Manuel Vanuzzo alle preseGsa Udine Bondi Ferrara squadra con un ematoma alla coscia -, coach Lardo manda in campo a inizio gara: Nobile, Ray, Castelli, Okoye e Cuccarolo. A rompere il ghiaccio ci pensa Ray con due liberi realizzati (fallo di Mastellari) dopo 39 secondi di gioco e una tripla piazzata dopo un minuto e 5 secondi (5-0). Ferrara si vede al minuto 1.46 con Cortese (5-2), ma prima Ray e poi Cuccarolo ristabiliscono le distanze (9-2). La tripla di Mastellari riporta in partita gli emiliani (9-5) che poi si avvicinano ulteriormente dopo 4 minuti e 5 secondi di gioco con Roderick (9-7). A metà periodo si affaccia sulla lunetta anche Nobile (fallo di Cortese) e trasforma entrambi i liberi a disposizione (11-7). Ferrara non molla, ma Pinton (capitano per l’occasione) riporta Udine sul +5 con una tripla “delle sue” (15-10). I due liberi di Traini e il primo canestro di Okoye fissano il risultato dei bianconeri sul 19, raggiunto proprio sulla sirena dalla tripla di Roderick (19-19), dopo la tripla di Ibarra. E, per restare in tema, il secondo periodo si apre con il canestro da tre di Traini (22-19). La Gsa Udine sembra essersi rialzata dopo ultime tre “cadute”, lo dimostra il bel gesto tecnico con il quale Ferrari sigla il 24-19 dopo un ottimo salvataggio di Okoye su Roderick. Tuttavia Ferrara dimostra di essere avversario tenace e al minuto 3.50 la tripla di Bowers porta avanti per la prima volta gli ospiti (24-25). I friulani non si fanno intimorire e a 5 minuti e 45 dal termine del periodo si riportano avanti (26-25) con Ray, bravo a recuperare la palla dopo un errore di Castelli. Il team di Trullo torna nuovamente avanti con Bowers (26-28) che realizza una tripla, alla quale risponde un galvanizzato Pinton (29-28) a 5 minuti dall’intervallo lungo. Cortese riequilibra il punteggio (29-29) con un libero (fallo di Castelli) e si porta avanti con Roderick che sfrutta un contropiede (29-31) dopo aver recuperato palla da un airball di Castelli. Da questo momento però è la Gsa a fare la voce grossa. Le triple in serie di Traini (una) e Pinton (due) portano il vantaggio bianconero sul +7 (38-31) a 2.39 dal termine del periodo. Nel finale Cuccarolo sigla il 40-33) e Traini trasforma il libero che fissa il punteggio sul 41-35. La seconda parte di gara si apre come la prima con Ray subito sugli scudi (43-35). E dopo il canestro da due punti di Mastellari (43-37), Okoye – finalmente – piazza la bomba che porta a +9 il vantaggio bianconero (46-37). Un po’ troppo leziosi i padroni di casa si fanno sorprendere dagli emiliani che con Bowers e Pellegrino pericolosamente accorciano (46-41). Lardo chiama il timeout. Alla ripresa, Pellegrino sbaglia un libero ma poi si riscatta con un canestro da sotto (46-43) a metà periodo. A 5 minuti e 22 secondi dal termine della frazione Castelli è costretto a uscire per un problema alla caviglia. A metà periodo Cortese porta a meno uno lo svantaggio emiliano (46-45) e subito dopo Roderick riporta avanti gli ospiti (46-47), recuperando così dieci punti che diventano 13 con la tripla di Cortese (46-50) a 3 minuti 42 dalla fine del quarto. Ferrara prende coraggio e continua a macinare punti: a 3 minuti dalla fine arriva la tripla di Mastellari (47-53), autore poco prima di un fallo su Traini (un libero su due messo a segno). Il vantaggio ospite si riporta sul +6 con i due liberi di Mastellari (fallo di Ferrari). A un minuto e 45 dal termine del periodo Okoye si va letteralmente a prendere un canestro (49-55) e Pinton piazza un’altra tripla (52-55). A fissare il terzo parziale sono i due liberi (su tre a disposizione) realizzati da Cortese (52-57). L’ultimo quarto si apre con la tripla di Traini (55-57) dopo 50 secondi di gioco. Pellegrino sigla il 55-59 dopo un minuto e 3 secondi, ma la replica della Gsa è immediata: la tripla di Pinton (58-59) rimette in corsa i friulani e accende il pubblico presente a Cividale. Dopo due minuti e 30 di gioco l’Apu torna avanti con Ferrari (60-59) e a sette minuti dalla sirena Castelli piazza i suoi primi tre punti (63-59), che diventano cinque al termine di una perfetta azione personale (65-59). Ma la partita non è finita: Mastellari centra la tripla e tiene in partita Ferrara (65-62). A 4 minuti e 53 dal termine del match viene fischiato un fallo antisportivo a Roderick, sulla lunetta si presenta Okoye che sbaglia entrambi i liberi. “Rimedia” Castelli con una tripla a 4 minuti e 41 dalla fine (68-62). Trenta secondi dopo Traini conquista un fallo e trasforma i due liberi a disposizione (70-62). Sul 70-64 la Gsa perde palla malamente, ma Ferrara non sfrutta l’occasione. Ultimi secondi al cardiopalma. Dopo una serie di errori clamorosi da entrambe le parti, Castelli piazza il 72-64 a 44 secondi dalla sirena e Ferrari piazza il 74-64 che chiude definitivamente la gara.

 

IL TABELLINO

GSA UDINE – BONDI FERRARA 74-64

(19-19, 41-35, 52-57)

GSA UDINE: Diop, Castelli 10 punti, Gatto ne, Okoye 7 punti, Nobile 2, Cuccarolo 4, Traini 15, Pinton 18, Ferrari 6, Chiti ne, Ray 12. All. Lardo.

BONDI FERRARA: Soloperto, Mastellari 13, Ardizzoni ne, Zani, Mastrangelo ne, Cortese 13, Bowers 15, Pellegrino 8, Roderick 12, Ibarra 3. All. Trullo.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy