Quinta meraviglia targata Gsa Udine, anche Verona ko

Quinta meraviglia targata Gsa Udine, anche Verona ko

I bianconeri allungano la striscia positiva vincendo per 77-61 al PalaAgsm. Mvp dell’incontro Mortellaro con 18 punti

di Castellini Barbara, @barchettazzurra

Pokerissimo per la Gsa Udine che dopo Ravenna, Roseto, Orzinuovi e Ferrara, manda al tappeto anche Verona nell’anticipo serale al PalaAgsm. Spinta da un centinaio di supporters giunti dal Friuli, Kyndall Dykes & compagni hanno sofferto nel primo quarto, ma sono stati in grado subito di rialzare la testa, portandosi in vantaggio nella seconda frazione e comandando fino alla fine. Ancora una volta è il gruppo ad aver fatto la differenza, secondo il credo di coach Lino Lardo. Prestazione superlativa di Chris Mortellaro, Mvp dell’incontro con 18 punti, che si sta confermando un elemento davvero prezioso sia nei rimbalzi (9 totali, 7 difensivi) sia sotto canestro (7/7 nei tiri da due e 4/4 nei liberi). Altrettanto importante la prova di Dykes (17 punti), capace di giocate multiple da showtime. Fondamentale, poi, l’apporto fornito da Rain Veideman, regista della squadra capace di mandare a canestro praticamente tutti i suoi compagni, da Tommaso Raspino, autore di una prestazione concreta e precisa (11 punti e 13 di valutazione) e da Ousmane Diop, che oltre ai 10 punti sta dimostrando attenzione crescente nei contrasti, come conferma il numero di falli fatti: soltanto uno. In attesa dei risultati di domani, la Gsa Udine sale a quota 10, consolidando il quinto posto e agganciando Montegranaro e Jesi (prossima avversaria domenica alle 18 al PalaCarnera).

CRONACA. Senza Francesco Pellegrino (infortunatosi a Roseto e presumibilmente disponibile a partire dalla prossima gara con Jesi), coach Lardo recupera Michele Ferrari, assente nell’ultima sfida interna con Bondi Ferrara. Questo il quintetto di partenza bianconero: Veideman, Dykes, Raspino, Benevelli e Mortellaro. Coach Luca Dalmonte risponde con Palermo, Greene, Jones, Pierich, Nwohuocha. Dopo un minuto e 15 secondi di gioco Dykes rompe il ghiaccio piazzando la prima tripla dell’incontro (0-3) e venti secondi dopo risponde Palermo (3-3). Il canestro di Pierich dopo 3 minuti e 14 secondi di gioco porta in vantaggio Verona (5-3). Da questo momento le due squadre danno vita a un vivace testa a testa. A metà periodo il punteggio è di 11-10 a favore dei padroni di casa. Nel finale, però, i veneti accelerano e si portano a +7 a 21 secondi dalla prima sirena grazie alla tripla di Palermo, alla schiacciata di Tote, al canestro di Amato e alla tripla di Greene (21-14), intervallati dalla schiacciata di Dykes. A 30 centesimi dal termine della prima frazione Mortellaro fissa il parziale sul 21-16. E’ lo stesso Mortellaro a siglare i primi 2 punti del secondo quarto (21-18). L’ingresso sul parquet di Diop e Nobile dà equilibrio alla squadra di Lardo che annulla lo svantaggio e dopo 4 minuti e 34 secondi di gioco si trova addirittura a +8, grazie alla tripla di Pinton e al canestro di Raspino (22-30). La reazione di Tezenis non si fa attendere, ma a un minuto e mezzo dall’intervallo lungo Udine conduce per 30-40 (tripla di Dykes). A 52 secondi dal termine, poi, la tripla di Ikangi fissa il secondo parziale sul 33-40. Il terzo periodo si apre con un altro canestro di Dykes (33-42) a cui segue un tiro libero (su 2) realizzato da Diop che riporta i friulani a +10 (33-43). Verona si avvicina dopo 2 minuti e 16 toccando il -4 grazie alal tripla di Greene (39-43). Ma la Gsa Udine, sotto la direzione di Veideman e sotto i colpi di Benevelli, Mortellaro e Raspino, riprende la corsa toccando il +16 a due minuti e 9 secondi dalla terza sirena (41-57). Gli uomini di Lardo mantengono il pallino del gioco e arrivano alla penultima sirena sul 48-61. L’ultima frazione si apre con la schiacciata di Mortellaro dopo 11 secondi (48-63). Verona si porta a meno dieci (53-63) con Udine che rimane a digiuno per quattro minuto. A sbioccare l’Apu ci pensa a metà periodo Veideman con la sua prima tripla della serata (53-66). A quattro minuti dal termine poi Dykes prima stoppa Jones poi, sugli sviluppi della stessa azione, realizza (55-68). E la stessa guardia Usa, a due minuti e mezzo, mette a segno la tripla che di fatto chiude la gara (57-71). Poi il giocatore esce per crampi. Negli ultimi secondi l’Apu allunga ancora e chiude con un perentorio 61-77.

(foto: pagina Fb Apu Gsa Udine)

IL TABELLINO

TEZENIS VERONA – GSA UDINE 61-77

(21-16, 33-40, 48-61)

TEZENIS VERONA: Dieng ne, Greene 6, Visconti, Jones 5, Amato 8, Guglielmi ne, Palermo 11, Nwohuocha 4, Udom 14, Ikangi 6, Tote 5, Pierich 2. All. Dalmote.

GSA UDINE: Dykes 17 punti, Mortellaro 18, Veideman 7, Raspino 11, Nobile, Pinton 6, Ferrari ne, Chiti ne, Pellegrino ne, Benevelli 8, Diop 10. All. Lardo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy