Rugby, i Friulanders contro la violenza sulle donne

Rugby, i Friulanders contro la violenza sulle donne

Venerdì al BSide di Udine verrà organizzata una serata benefica il cui ricavato sarà devoluto al progetto “The spiral containment: rape’s aftermath”

Il rugby friulano si schiera a favore delle donne. La Friulanders Rugby, selezione molto esclusiva del Triveneto, di cui Friulanders Beach Rugby Logofanno parte volti noti della palla ovale nostrana, ha deciso di scendere in campo per sostenere una buona causa. Venerdì, infatti, in occasione della “Giornata contro la violenza sulle donne“, si terrà una raccolta fondi al BSide di viale Vat a Udine (luogo di ritrovo prediletto degli sportivi friulani) a favore del progetto “The spiral containment: rape’s aftermath” (leggi qui), promosso da Elisa Iannacone per dare voce e condividere le terribili esperienze che quotidianamente le donne di tutto il mondo sono costrette a subire. Si tratta di una campagna di sensibilizzazione planetaria, alla quale anche i Friulanders hanno deciso di aderire attraverso la vendita di alcune speciali t-shirt.

L’evento si colloca all’interno del Movember, evento annuale dedicato agli uomini, che si svolge a novembre e che si pone come obiettivo diffondere la consapevolezza sul tumore alla prostata (e altre patologie) attraverso la diagnosi precoce. In questo mese gli uomini sono invitati a farsi crescere i baffi (in inglese “moustache”, da qui il termine Movember) e a donare fondi per la ricerca. Due finalità importanti, dunque, e un obiettivo comune: tendere una mano a coloro che hanno subito o stanno subendo dei veri e propri drammi. Possiamo dirlo, i Friulanders sono davvero uomini che amano le donne.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy