Una vittoria e una sconfitta per la Leonorso Udine

Una vittoria e una sconfitta per la Leonorso Udine

L’under 16 si aggiudica il derby con il Pordenone mentre l’under 14, all’esordio nel girone meritocratico, viene sconfitta dalla Scuola Rugby Vendramin

Commenta per primo!

UNDER 14

Finisce con una sconfitta la prima partita nel girone meritocratico della Hafro Leonorso Under 14: risultato finale di 5 a 27 in favore della Scuola Rugby G. Vendramin (giovanile del Rugby Paese). “Pur nella sconfitta, possiamo vedere alcuni aspetti positivi” affermano i tecnici. “Sicuramente la cattiveria agonistica in difesa e sui punti d’incontro, che ci ha permesso di mettere in difficoltà gli avversari, e un triangolo arretrato che rispetto all’amichevole contro il Mogliano è migliorato in termini di posizione, ma forse un po’ meno a livello di contrattacco. Di negativo c’è stato indubbiamente un approccio mentale alla partita troppo timido, che ha permesso ai veneti nei primi 15 minuti di gioco di fissare il risultato sul 0-14. Da lì poi c’è stata una reazione, anche se alcuni episodi ci hanno penalizzato e gli avversarsi sono stati bravi a capitalizzare i nostri errori tecnici, come alcune fasi in sotto numero o alcuni placcaggi fondamentali sbagliati. Il rugby è anche questo: guardiamo comunque positivamente al prossimo appuntamento in trasferta, sabato prossimo contro l’Oderzo Rugby”.

UNDER 16

L’Hafro Leonorso U16 si aggiudica il derby regionale con il Pordenone con il risultato di 55-0. Fin dai primi minuti i ragazzi di Vigna Flynn e Curró si portano in vantaggio, mancando però almeno tre occasioni da meta che potevano assicurare il punto di bonus già nei primi 20′. Ottima la gestione della partita da parte dei trequarti udinesi, che hanno saputo sfruttare i molti palloni puliti ottenuti grazie alle fasi statiche dominate nell’arco di tutto l’incontro. “Stiamo lavorando bene” commenta Luca Vigna “abbiamo provato ad inserire nuovi meccanismi e alcune nuove giocate che i ragazzi hanno studiato al video in settimana e la risposta è stata sicuramente positiva. Ora non ci rimane altro che iniziare il girone di ritorno senza interrompere la striscia positiva di risultati, continuando a lavorare sui nostri punti deboli e accentuando le capacità dei giocatori, mettendoli in condizione di far bene e divertirsi. Per la partita di domenica va fatta una menzione particolare a Riccardo Puccio, che sta crescendo notevolmente, a Simone Snidar, rientrato dopo due mesi dall’infortunio alla clavicola, e a Luca Landolfi, ex di turno che ha segnato due mete e cinque trasformazioni. Domenica prossima andremo a far visita al CUS Verona, attualmente secondo in classifica, con il quale abbiamo pareggiato la gara di andata. L’obiettivo chiaramente è quello di portare a casa più punti possibile.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy