Bassano-Pordenone: In Veneto chiamata a raccolta dei tifosi

Bassano-Pordenone: In Veneto chiamata a raccolta dei tifosi

Mentre Costa del Bassano chiama a raccolta i tifosi veneti, in casa Pordenone l’ex Berrettoni commenta: “A Bassano non sarà decisiva, ma sai che bello rimanere davanti a loro”

Commenta per primo!

Bassano-Pordenone è già cominciata nelle dichiarazioni dei protagonisti. Emanuele Berrettoni, l’ultimo arrivato a gennaio nella famiglia neroverde ed ex della sfida, non ha dubbi: “A Bassano non sarà decisiva, ma sai che bello rimanere davanti a loro”, afferma a Il Gazzettino. “Sarà molto importante rimanere davanti al Bassano – ribadisce -. Ma attenzione: non dovremo giocare per il pareggio. Non è nelle nostre corde. Se dovessimo farlo, ne prenderemmo quattro di sicuro. Siamo una squadra votata all’attacco, come del resto i giallorossi. Si affronteranno le due squadre che giocano meglio, chi verrà a vedere la partita si godrà una grande cosa”.

Dall’altra parte,  Davide Costaportiere bassanese classe ’96, contro la Pro Patria è sceso in campo per la seconda volta in campionatorisultando decisivo in un paio di interventi. “Negli ultimi mesi mi sto impegnando moltosono contento si sia notata una crescitaForse per un portiere giocare con maggior continuità permette più facilmente di trovare le distanzeCi aspetta una gara molto difficile contro una squadra forte, reduce da un ottimo periodoNoi stiamo facendo beneveniamo da tre vittorie consecutive che ci hanno permesso di riagguantare la zona playoff, vogliamo dare continuità ai nostri risultatiSperiamo il pubblico accorra al Mercante per sostenerci (attiva la promozione biglietto ridotto per le donne ad 1 euro, ndr), abbiamo bisogno di tutto il calore dei nostri tifosi in questa gara“.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy