Da Fagagna alla Juve, la favola di Saro

Da Fagagna alla Juve, la favola di Saro

Dopo aver disputato una stagione a Vercelli, il giovanissimo portiere friulano ha destato le attenzioni della Vecchia Signora che lo ha ingaggiato per la formazione Allievi. Per il sedicenne ex Donatello si tratta della “grande occasione”

Il Friuli si conferma terra di promettenti numeri uno. Dopo Simone Scuffet – che ha esordito in serie A nel febbraio 2014 – e Alex Meret, protagonista di uno stage in Nazionale, c’è un altro talentuono portiere friulano che potrebbe presto far parlare di sè. Si tratta di Gianluca Saro, estremo difensore classe 2000 originario di Fagagna. Dopo alcune esperienze nei settori giovanili nostrani, prima all’Ancona e poi al Donatello, nell’estate del 2015 Gianluca è “emigrato” in Piemonte, alla Pro Vercelli. Lo storico club, che ha proprio nel vivaio uno dei suoi punti di forza, rappresenta da sempre un’importante vetrina per i giovani talenti. Ed è proprio grazie a questa esperienza, che Saro è stato notato dagli attenti osservatori del settore giovanile della Juventus. In estate, quindi, è avvenuto il passaggio a Torino, con l’inserimento nella formazione Allievi, dopo aver superato con successo i provini con i tecnici delle formazioni Allievi e Primavera e con il preparatore dei portieri della prima squadra Claudio Filippi.

Bravo tecnicamente, il giovane Gianluca ha dimostrato finora di avere una forte personalità in campo, caratteristica importante per chi è chiamato a comandare la difesa, e di essere molto determinato. Neanche a dirlo che il suo sogno è sempre stato quello di vestire la casacca della Juve – aveva numerose richieste, tra le quali Vicenza e Genoa, gentilmente declinate – e il suo idolo indiscusso è proprio Gianluigi Buffon. Tra l’altro nel suo palmares personale c’è già un titolo nazionale: il trofeo conquistato nel 2015 al Torneo delle Regioni, quando difendeva i pali della formazione Giovanissimi. Insomma, per Gianluca è appena iniziata una meravigliosa avventura, che potrebbe proiettarlo verso la serie A. Le premesse ci sono tutte.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy