Il Pordenone continua a volare

Il Pordenone continua a volare

Battuta la Ternana, per iol Pordenone è sempre profumo di serie B

di Redazione

Il Pordenone continua a vola. 1-0 alla  Ternana e vetta che rimane lì, a dimostrare che quest’anno i Ramarri non vogliono salire la salita, annunciata e ambita dal presidente Lovisa, è un obiettivo fattibile e realistico più che mai.

Pordenone-Ternana 1-0

GOL: 27′ pt Burrai.

PORDENONE (4-3-1-2): Bindi; Florio, Stefani, Barison, De Agostini; Misuraca (40′ st Bassoli), Burrai, Bombagi; Berrettoni (15′ st Magnaghi); Ciurria, Candellone (40′ st Damian). A disp.: Lonoce, Meneghetti, Nardini, Germinale, De Anna, Zamuner, Bertoli, Cotroneo, Cotali. All.: Tesser.

TERNANA (4-3-1-2): Iannarilli; Fazio (31′ st Bifulco), Diakité (40′ st Hristov), Bergamelli, Lopez; Altobelli, Defendi, Salzano (31′ st Pobega); Furlan (19′ st Frediani); Butic (1′ st Vantaggiato), Marilungo. A disp.: Vitali, Gagno, Gasparetto, Callegari, Giraudo, Nicastro. All.: De Canio.

ARBITRO: Robilotta di Sala Consilina. Assistenti: Avalos di Legnano e Catamo di Saronno.

NOTE: ammoniti Bombagi, Diakite, Fazio, De Agostini e Vantaggiato. Angoli 6-5. Recupero: pt 0′; st 4′. 1.500 spettatori.

PRIMA FRAZIONE

Pordenone e Ternana, all’indomani della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, scendono in campo per urlare forte – insieme a tutta la Lega Pro – il proprio NO a ogni forma di violenza. Le squadre sono accompagnate dalle atlete della Scuola Calcio e della Scuola di danza neroverdi. Da Pordenone un forte no alla violenza: oggi, sempre e per sempre.

La partita dimette subito bene con dominio dei padroni di casa che si concretizza al 27′: Punizione dai 30 metri di Burrai (deviata) che si infila nell’angolino. Terzo centro per il regista neroverde.

Nella ripresa ancora possesso palla dei neroverdi e sicurezza nella gestione del risultato, nonostante la Ternana non si tiri indietro.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy