L’Udinese aspetta l’affiliazione col calcio in rosa

L’Udinese aspetta l’affiliazione col calcio in rosa

A metà giugno, dopo le polemiche nate dalle parole dell’ex presidente della LND Belloli sulle lesbiche nel calcio femminile la Figc ha preso un provvedimento che da qui breve potrebbe portare novità nel panorama calcistico udinese.

La debliera 365/L sul tema “Sviluppo del calcio femminile in Italia“ si prefigge l’obiettivo di incentivare la crescita qualitativa e l’incremento numerico delle tesserate, delle società e delle squadre partecipanti ai diversi campionati, la valorizzazione delle nazionali, il coinvolgimento di tutte le componenti, ivi comprese quelle della sfera professionistica.

Tenuto conto che alcune società del settore professionistico maschile hanno manifestato interesse per tale progetto, offrendo la propria disponibilità sia ad acquisire il titolo sportivo di società del calcio femminile nazionale, concedendo la licenza per l’utilizzo della denominazione, del marchio e dei segni distintivi, è stato approvato dal Consiglio Federale il progetto di acquisizione del titolo sportivo da parte di alcuni club di calcio professionistico nei confronti di quelli femminili, previo accollo dei debiti sportivi. In questo senso, le società calcistiche “in rosa” nazionale potranno concludere accordi di licenza con società del calcio professionistico, per l’utilizzo della denominazione, del marchio e dei segni distintivi delle società concedenti. Tali procedure saranno consentite per le prossime due stagioni sportive, salvo verifica al termine della stagione sportiva 2016/2017.

Nella realtà friulana c’è il Tavagnacco che appare autonomo e sempre ai vertici della Serie A. In città è appena nata l’Udinese Calcio Femminile, sulle ceneri del Bearzi: sarebbe questa la società più accreditata sulla carta ad affiliarsi con l’Udinese maschile (anche per via del nome…), ma prima c’è da sciogliere il nodo dell’iscrizione alla B dopo il cambio di nome.
Sempre in B c’è il Pordenone, mentre in C ci sono il Chiavris di Udine (fondato l’anno scorso) e la Friulana di Pasian di Prato.
Da questa rosa ristretta uscirà l’affiliata all’Udinese, a meno che non si cerchi una società a Pordenone.

(Nella foto una formazione del Bearzi la scorsa stagione)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy