Pazzesco Pordenone, prima la rimonta e poi il crollo

Pazzesco Pordenone, prima la rimonta e poi il crollo

Il Pordenone di Rossitto va sotto due volte, non molla e per due volte recupera, ma crolla nel finale

di Massimo Liva

Succede di tutto tra Mestre e Pordenone, match ricco di emozioni e gol. La rete di Berrettoni a venti minuti dal termine sembrava aver incanalato la gara a favore dei neroverdi, sembra fatta, ma riecco il Mestre, che spunta fuori con un doppio controsorpasso. Prima segna Sottovia, ancora una volta decisivo a partita in corso, poi ci pensa Fabbri con un diagonale chirurgico a infilare per la quarta volta Perilli. Per il Pordenone è notte fonda, De Agostini si fa espellere e arriva un’altra sconfitta per Fabio Rossitto. Evidentemente il problema non era l’allenatore.

MESTRE – PORDENONE 4-3

Marcatori: 2′ pt Perna, 11′ pt Misuraca, 13′ pt Neto Pereira, 24′ st Stefani, 25′ st Berrettoni, 29′ st Sottovia, 37′ st Fabbri

 

MESTRE (3-4-1-2) Favaro; Politti, Perna, Gritti (68′ Boffelli); Fabbri, Rubbo (74′ Martignago), Boscolo Papo, Lavagnoli; Neto (74′ Sottovia); Beccaro (68′ Casarotto), Spagnoli. A disp.: Zironelli G., Ayoub, Stefanelli, Mordini, Bonaldi, Zecchin, Stensson. All. Zironelli M.

PORDENONE (4-2-3-1) Perilli; Formiconi, Stefani, Parodi, De Agostini; Misuraca, Burrai; Ciurria (52′ Berrettoni), Bombagi (52′ Nunzella), Zammarini; Nocciolini (83′ Gerardi). A disp.: Mazzini, Cicerelli, Bertoli, Visentin, Lovisa, Silvestro, Bassoli, Magnaghi, Caccetta. All. Rossitto

ARBITRO: Cipriani di Empoli. Assistenti: D’alia di Trapani e Maninetti di Lovere.

NOTE: angoli 1-5. Ammoniti: De Agostini, Gritti. Espulsioni: De Agostini. Recupero: pt 0′ st 4′

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy