Pordenone alla prova Padova. Tedino: “Non firmo per il pari”

Pordenone alla prova Padova. Tedino: “Non firmo per il pari”

E’ il giorno di Pordenone-Padova (ore 17:30), con i neroverdi che vogliono strappare almeno un punto per tenere a distanza i veneti. Ma Tedino è chiaro: “Non firmo per il pari, giochiamocela come sappiamo”

Commenta per primo!

E’ un Bruno Tedino carico come sempre quello che presenta la sfida col Padova, gara che se il Pordenone porta a casa può valere una ipoteca per i playoff.

«E’ una partita non decisiva, ma importante. Importante perchè affronti una grande squadra, con grande blasone, con un grande tecnico, ben organizzata.  Il Padova è un clinete scomodissimo. Noi dobbiamo farci trovare pronti ed essere tutti operai, tutti trascinatori, tutti uniti e giocare come sappiamo fare. Ma io non firmo per il pari: giocheremo per vincere, come abbiamo sempre fatto. Ci aspetta una partita dura, durissima, ma io voglio il bottino pieno. E se dal match uno dei due uscirà sconfitto non verrà assolutamente ridimensionato, anzi: ci sono poi ancora più di 20 punti in palio e tutto può succedere. Di sicuro, per quanto ci riguarda, dobbiamo fare gli straordinari per battere il Padova».

Per quanto riguarda la formazione Tomei tra i pali; Boniotti, Stefani, Ingegneri, Martin in difesa; Mandorlini, Pederzoli, Pasa in mediana; Berrettoni, Strizzolo, Cattaneo in avanti.

Dall’altra parte Bepi Pillon:  «Sarà una partita di grande intensità, ritmi e pressione alte, poi col campo stretto ancor di più. Forse ne risentirà il gioco. Dovremo essere abili a sfruttare le occasioni.  Continuiamo come abbiamo sempre fatto. Penso solo alla partita. Il resto è contorno»

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy