Pordenone, amarezza per i provvedimenti dopo l’Alessandria

Pordenone, amarezza per i provvedimenti dopo l’Alessandria

Il Pordenone ha chiesto tempestivamente copia degli atti in possesso del Giudice sportivo al fine di valutare con i propri legali eventuali successive azioni

Commenta per primo!

Il Pordenone Calcio ha appreso con profonda amarezza e incredulità i pesanti provvedimenti disciplinari decisi dal Giudice sportivo in seguito all’incontro Alessandria-Pordenone.
Al termine della gara, persa meritatamente, il presidente Mauro Lovisa, regolarmente nella lista dei titolari di un pass spogliatoio, ha fatto presente al delegato della Lega Pro di come – dopo il vantaggio della squadra di casa – fossero letteralmente spariti i palloni. Durante la gara questa era stata anche la causa che ha portato all’allontanamento del preparatore atletico del Pordenone, intervenuto per recuperare gli stessi.
Il presidente Lovisa negli spogliatoi ha quindi chiesto al delegato perché non avesse preso posizione, invitandolo a segnalare ciò nel rapporto di gara: pare vanamente in quanto dell’episodio non vi è traccia fra i provvedimenti adottati. Ne seguiva una discussione con toni assolutamente tollerabili per un clima post-partita di una sfida di cartello.
La Società ha chiesto tempestivamente copia degli atti in possesso del Giudice sportivo al fine di valutare con i propri legali eventuali successive azioni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy