Pordenone: Careri lascia. Lovisa: “Grazie, Gianni nella storia”

Pordenone: Careri lascia. Lovisa: “Grazie, Gianni nella storia”

Risolto consensualmente il contatto tra il Pordenone e il portiere Careri. Appassionato saluto del presidente Lovisa

Commenta per primo!

Il Pordenone Calcio comunica di aver risolto consensualmente il contratto annuale con il portiere Gianni Careri, che ha manifestato il desiderio di avvicinarsi a casa.

La Società neroverde ringrazia il giocatore per il fondamentale apporto all’ascesa della squadra: in campo e fuori nelle ultime due stagioni e mezzo, in cui ha contribuito da protagonista alla vittoria del campionato (prime 10 giornate senza subire reti) e dello scudetto di serie D. Nella scorsa annata Careri è stato fra i migliori della squadra, eroico nel restare in campo nell’ultimo quarto d’ora di Pordenone-Albinoleffe nonostante l’infortunio (ginocchio ko). «Gianni è uno dei giocatori più importanti avuti nella mia gestione e credo della storia neroverde – sottolinea il presidente Mauro Lovisa -. Un esempio, in particolare, per i nostri e tutti i giovani: non solo per il valore  come giocatore, ma in modo particolare anche per il valore della persona. Valori che fanno la differenza. Le nostre porte per Gianni saranno sempre aperte».

Il saluto di Gianni Careri al Pordenone, alla città, ai tifosi: «Per me è stata una scelta molto difficile e dolorosa, ma ho la necessità di stare di più con la mia famiglia, la mia compagna Caterina e il piccolo Tommaso. Andrò al Delta Rovigo, a cui spero di dare il mio contributo per la corsa playoff. Pordenone resterà un pezzo fondamentale della mia carriera: ricordi indelebili saranno la Tim Cup (a Nocera e Pescara), la vittoria di Este, lo scudetto di Arezzo e anche la rincorsa, pur non sufficiente per la salvezza, dello scorso anno. Ringrazio il presidente Mauro Lovisa per la fiducia che mi ha dato nonostante il brutto infortunio, la Società, la città e i tifosi. Mi hanno trasmesso sempre un affetto incredibile: anche per questo restare in campo per l’Albinoleffe è stato per me naturale. Auguro il meglio ai miei compagni di squadra, che possano togliersi le migliori soddisfazioni possibili, continuando questo splendido percorso».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy