Pordenone, Lovisa non fa drammi: “Abbiamo mantenuto il primato”

Pordenone, Lovisa non fa drammi: “Abbiamo mantenuto il primato”

“Abbiamo mantenuto il primato. Chi avrebbe pensato in luglio che a metà ottobre saremmo stati primi? L’inizio di campionato è stato esaltante”

Commenta per primo!

Il Pordenone è caduto a Bassano, ma non è di certo un dramma. La squadra c’è, la trasferta è stata dura sotto tutti i punti di vista e alla fine i Ramarri anche in quest’occasione sono stati sì battuti, ma hanno mostrato anche qualità che confermano il primato: «Non siamo andati in fuga, ma – sottolinea il presidente Lovisa a Il Gazzettino – abbiamo mantenuto il primato. Chi avrebbe pensato in luglio che a metà ottobre saremmo stati primi? L’inizio di campionato è stato esaltante. Se n’è accorta tutta la città. Adesso con i campi pesanti verranno sicuramente fuori le squadre muscolari, come Parma e Venezia. La nostra rosa però quest’anno è adeguata per un campionato da prime posizioni. Oggi forse qualcuno di quelli che hanno tirato di più la carretta è stanco. Le alternative a Bruno non mancano. Dietro ci sono giocatori che scalpitano, forse è tempo di farli entrare. Solo in difesa siamo un po’ corti. Stefani ha dato tanto, Ingegneri accusa i postumi dell’infortunio e Marchi non è ancora pronto. Bruno troverà la soluzione migliore per continuare a lottare con le migliori. Poi a decidere chi vincerà, come sempre, saranno altri fattori (fortuna, acciacchi, decisioni arbitrali), ma vogliamo restare lassù a giocarci le nostre carte sino a maggio. Sabato al Bottecchia arriverà il Santarcangelo. Sarà l’occasione – confida il presidente – per rientrare sui giusti binari».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy