Pordenone: Sconfitta che fa male, ma il cantiere è aperto

Pordenone: Sconfitta che fa male, ma il cantiere è aperto

Il Pordenone si lecca le ferite: la sconfitta col Mantova è arrivata come una doccia fredda che ha riportato tutti alla realtà, dopo un’estate di sogni e speranze. La verità è che la squadra di Tedino è ancora un cantiere, troppi i volti nuovi che devono ancora trovare l’amalgama, mentre forse manca ancora qualcosa per dare sostanza alla rosa.

In tribuna domenica al Bottecchia c’era anche Carmine Parlato. «Mi ha fatto piacere tornare – ha detto a IL Gazzettino  l’ex tecnico neroverde oggi a Padova – e vedere che ho ancora parecchi amici. La partita? Il Mantova – afferma – si è confermato squadra almeno da playoff, capace di fare bene entrambe le fasi. Del Pordenone preferisco non parlare. Ho preso note e spero di sfruttarle domenica, quando dovremo vincere con 2 gol di scarto per passare il turno. Inoltre – ha concluso – mi aspetto di vedere in campo anche Pederzoli e Pasa che col Mantova non c’erano».

Martedì la ripresa in vista della trasferta di Padova, sempre in Coppa Italia: ma è una trasferta inutile, visto che il Pordenone è già eliminato dalla manifestazione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy