Sacilese, Rossitto: «A Sacile rinuncio alla C». Piace anche Maccan

Sacilese, Rossitto: «A Sacile rinuncio alla C». Piace anche Maccan

Commenta per primo!

La Sacilese parlerà croato, ma con spiccato accento friulano. Fabio Rossitto, infatti, dovrebbe essere il nome per la panchina, da ufficializzare non appena verrà messo nero su bianco tra la famiglia Presotto e la cordata che è rappresentata dall’avvocato Mazzarella.
Sistemato questo aspetto (non da poco, ovviamente) si passerà all’aspetto tecnico e Fabio, dopo l’esperienza al Pordenone, è la prima scelta. Lui, a Il Gazzettino, spiega che «In tutta onestà  mi sarei aspettato un altro trattamento dal Pordenone. Non sto parlando di soldi, altrimenti non avrei allenato per il minimo contrattuale. Parlo di rapporti umani. A dicembre – ricorda – mi ha chiamato lui, direttamente. Mi sarei aspettato la stessa cosa per il mancato rinnovo. Almeno gli avrei chiesto il perché della scelta. Quel che abbiamo fatto in metà stagione non lo meritava di certo. Il mio obiettivo – conclude – è una panca di LegaPro. Credo di meritarmela, dopo quanto ho fatto a Pordenone. Però per la Sacilese, a fronte di programmi seri, rinuncerei anche alla Terza serie».

Ma non c’è solo il nome di Rossitto sul taccuino: piace molto anche Denis Maccan.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy