Blatter vs Al Hussein, tradizione contro innovazione

Blatter vs Al Hussein, tradizione contro innovazione

Blatter vs Al Hussein, le ultime battute prima del “gran voto”. A poche ore dalla proclamazione del nuovo (o vecchio) presidente della Fifa, i due candidati hanno cercato di raccogliere gli ultimi consensi.

Da una parte il presidente uscente Joseph Blatter, che ha parlato di necessità di “un’evoluzione e non di una rivoluzione”. Sullo scandalo che ha recentemente coinvolto i vertici del maggior organismo del calcio mondiale, ha sottolineato: “Mi si rende responsabile della tempesta che coinvolge la Fifa? D’accordo, la accetto, ma datemi la possibilità di risalire la china. In questi tempi difficili serve un leader di esperienza, forte, che conosca tutte le implicazioni. Inizieremo il cambiamenti da domani se mi date la vostra fiducia“.

Di tutt’altro tenore il discorso dello sfidante, il principe giordano Ali Bin Al Hussein che ha parlato di “primo passo verso il cambiamento“. Per Al Hussein è giunto il momento di cambiare rotta: “Siamo ad un crocevia, il mondo ci guarda, è giunto il momento di fare la scelta giusta. Ci sarà maggiore trasparenza, dobbiamo dimostrare al mondo che siamo affamati di cambiamento”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy