Catania, scoppia l’ira dei tifosi

Catania, scoppia l’ira dei tifosi

A Catania scoppia la rabbia dei tifosi, dopo lo scandalo che ha coinvolto il club, reo secondo gli inquirenti di aver comprato alcune partite di Serie B per arrivare alla salvezza.

Il popolo rossazzurro a centinaia è sceso in Piazza Dante per informarsi, confrontarsi, capire cosa sta succedendo e quali possono essere le iniziative da prendere,

E nella pagina   Facebook ‘Quando saremo tutti nella Nord’ i tifosi hanno voluto emettere un comunicato:

«GIURO DI RESTARE ACCANTO AL MIO CATANIA. DOVUNQUE SARA’, SAREMO. Non si tratta solo di calcio. E’ in ballo il futuro di quei quattro numeri. Quel 1946 che abbiamo scritto sul banco di scuola, dipinto nel muro della nostra stanza(…). Quel 1946 che abbiamo lasciato sventolare nelle nostre bandiere, esibito con le nostre sciarpe. Perché noi siamo Quelli del 1946, proprio come possiamo sentire nella canzone di Antonio Monforte». Si punta il dito sulla gestione «scellerata» Pulvirenti-Cosentino, con Delli Carri nel ruolo di «utile idiota».

«ANCHE SE DOVESSIMO RIPARTIRE DALL’ECCELLENZA, SAREMO IN VENTIMILA SULLE TRIBUNE DEL MASSIMINO A URLARE CONTRO IL CIELO IL NOSTRO “FORZA CATANIA!”, concludono i tifosi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy