Le Monde e la maglia della Lazio: “Fascista”. E’ polemica

Le Monde e la maglia della Lazio: “Fascista”. E’ polemica

Commenta per primo!

Il quotidiano francese Le Monde  ha duramente attaccato la Lazio e i suoi tifosi, nella presentazione della terza maglia che i biancocelesti utilizzeranno nelle trasferte di Europa League. Una maglia, che secondo il portale transalpino, ricorda le camicie nere dei fascisti, come riportato dal quotidiano online Lazialità: “È una maglia che farà tornare dalla pensione Paolo Di Canio, il giocatore italiano dichiaratamente fascista che potrà giocare per la terza volta nella Lazio dopo la militanza del 1985-1990 e 2004-2006.  Il club laziale ha una cattiva reputazione soprattutto per i suoi sostenitori neo-fascisti della Curva Nord, che si sono distinti più volte con slogan nostalgici degli anni ’30 e versi delle scimmie. Tifosi che qualche anno fa avevano reso omaggio alla Tigre Arkan, il signore della guerra serba condannato per crimini contro l’umanità dal Tribunale penale internazionale per l’ex Jugoslavia”Va detto che in Italia, questa divisa può avere chiare risonanze storiche. Gli squadristi, la milizia fascista, erano soprannominati ‘camicie nere’, in quanto vestiti di nero”.

Dura la risposta del club della Capitale: “E’ una questione ridicola, anche ieri il PSG e la Juve hanno giocato con il completo nero. Magari avremmo fatto la maglia comunque nera, ma è stato un percorso quasi obbligato dalla regole della Uefa: volevamo far volare l’aquila stilizzata anche in Europa e il risultato è stato fantastico” . Così il responsabile del marketing della Lazio, Marco Canigiani, commenta l’articolo.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy