Behrami in nazionale, l’Udinese pronta a intervenire legalmente

Behrami in nazionale, l’Udinese pronta a intervenire legalmente

La società bianconera ha richiesto alla Federazione svizzera di far rientrare il centrocampista in Italia, in quanto infortunato e indisponibile per le gare di qualificazione contro l’Irlanda del Nord

di Redazione

Braccio di ferro tra l’Udinese e la Federazione svizzera. In mattinata, infatti, la società bianconera ha diffuso un comunicato ribadendo la necessità di riavere a disposizione Valon Behrami, attualmente infortunato e, dunque, indisponibile per le gare di qualificazione ai Mondiali di Russia 2018 contro l’Irlanda del Nord.

Udinese Calcio – si legge nel comunicato ufficiale del club – comunica di aver inviato all’Associazione Svizzera di Football formale comunicazione riguardo la convocazione del calciatore Valon Behrami per le partite di Play Off della Nazionale Svizzera in programma per il 9 e il 12 novembre. Nella nota si evidenzia come la convocazione del giocatore sia stata formalizzata in data 27 ottobre, in ritardo di cinque giorni rispetto alle tempistiche obbligatorie previste dalla normativa, che ponevano come termine ultimo quello del 22 ottobre. Questo dato di fatto rende quindi non valida la convocazione del giocatore per il quale il club chiede il rientro immediato a Udine. Udinese Calcio ricorda inoltre di aver già comunicato all’ASF in data 3 novembre che il giocatore risulta attualmente infortunato, non in condizione di disputare le partite della propria nazionale e impegnato nel percorso terapeutico determinato dallo staff medico della società. L’interruzione del percorso riabilitativo prestabilito inciderà negativamente sulle condizioni di salute del giocatore. Se l’ASF non rilasciasse il giocatore o decidesse di impiegarlo nelle partite in programma nonostante quanto sopra evidenziato, Udinese Calcio si riserva il diritto di procedere di fronte a tutti gli organi competenti di giustizia civile e sportiva nei confronti dei rappresentanti dell’AFS per violazione dei regolamenti FIFA e per qualsiasi eventuale danno alla salute del giocatore“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy