Italia-Inghilterra 1-1 I voti agli Azzurri

Italia-Inghilterra 1-1 I voti agli Azzurri

Italia e Inghilterra hanno pareggiato 1-1 in  amichevole allo Juventus Stadium di Torino. Buona prestazione degli Azzurri.

BUFFON 6.5: quasi inerte nel primo tempo, e quando Rooney scocca il tiro giusto e’ la parte alta della traversa ad aiutarlo. Ma e’ decisivo due volte nelle ripresa su Rooney, prima e dopo il gol di Townsend. RANOCCHIA 6: spesso in anticipo su Walcott, dalla cui velocità non si fa gabbare. E quando il piccolo attaccante inglese trova lo spazio, come a inizio partita, lo mura davanti a Buffon. Poca colpa sul contrasto perso da cui nasce il pari inglese. BONUCCI 6: l’aria di casa gli fa bene, ritrova il piglio delle serate buone e dal centro della difesa dirige l’impostazione in ripartenza. CHIELLINI 6 : suo il cross dell’1-0. Al di là del merito offensivo, raramente va in sofferenza sul suo lato. Dal 28′ st MORETTI 6: preciso e ordinato, buon impatto anche nella corsa. FLORENZI 5: molto dinamico ma impreciso, spreca palloni semplici. Dal 15′ st ABATE sv. PAROLO 6: corsa e tiro sono le doti migliori e lui le mette a frutto, sfruttando anche le maglie larghe del centrocampo inglese. VALDIFIORI 6.5: all’esordio dal 1′, non fa cose eccelse ma mostra di non patire la situazione. Gioca, fa giocare, e quando il pallone passa per lui l’azione scorre sempre. Dal 22′ st VERRATTI sv. SORIANO 6: stesso discorso di Parolo, anche se più di lui e’ chiamato alla corsa di copertura. DARMIAN 6.5: spostato a sinistra dopo aver giostrato a destra a Sofia, si trova meglio e dà quasi l’impressione di aver recuperato forza fisica rispetto alla prova opaca di tre giorni fa. Come dimostra una bella discesa alla mezz’ora. Ma anche qui conta la complicità dell’ ‘allegria’ tattica della squadra di Hodgosn. Dal 28′ st ANTONELLI 6: scende pericolosamente, e sfiora il gol vittoria nei minuti finali. EDER 6.5: controllo di palla e velocità mettono spesso in crisi la difesa inglese. Spreca una punizione preziosa alla mezzora e sfiora il raddoppio in apertura di ripresa, ma anche senza chiudere e’ sempre pericoloso. Dal 15′ st VAZQUEZ 6: si muove bene, fraseggia con Immobile e porta un buon tasso tecnico. PELLE’ 7: un gol da centravanti vero, come fosse in un vecchio stadio inglese, e un altro ‘mangiato’ sulla ribattuta di Hart. Ma c’e’ anche dell’altro: gioca di sponda e di fisico, e a conti fatti oggi e’ più prezioso dello Zaza visto a Sofia. Dal 15′ st IMMOBILE sv. All. CONTE 6.5: Per lui era l’esame piu’ difficile, l’ha superato brillantemente. Niente fischi ed anzi molte dimostrazioni di stima se non di affetto in quello che fu il suo stadio. E poi una squadra sperimentale che tutto sommato ha fatto girare il motore come se fosse una formazione consolidata. Certo gli inglesi di questi tempi non sono avversario impossibile, ma al di la delle suggestioni del ritorno allo Stadium, Conte puo’ essere soddisfatto della prestazione complessiva dei suoi e delle indicazioni ricevute. (Ansa)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy