Astori, domani l’autopsia per comprendere le cause della morte

Astori, domani l’autopsia per comprendere le cause della morte

Il procuratore capo di Udine De Nicolo ha disposto per domani gli esami autoptici. Nelle prossime ore la Procura acquisirà la documentazione sanitaria dalla Fiorentina

di Redazione

Sarà effettuata domani l’autopsia sul corpo di Davide Astori, il capitano della Fiorentina trovato morto ieri mattina nella stanza dell‘hotel Là di Moret di Udine dove la squadra era in ritiro per preparare la sfida con l’Udinese. La decisione è stata comunicata all’ora di pranzo dal procuratore capo di Udine Antonio De Nicolo. L’autopsia dovrà accertare eventuali reati come ad esempio “se qualcuno gli abbia dato qualcosa“, ipotesi, che al momento, “è puramente astratta“. Il procuratore ha poi precisato che Astori “era già morto da alcune ore quando è intervenuto il medico legale“. La procura ha disposto l’acquisizione della documentazione sanitaria relativa ad Astori in possesso della Fiorentina e la società calcistica ha dato la disponibilità a fornire il materiale.

L’incarico sarà conferito alle 10 all’anatomopatologo Carlo Moreschi e al professore dell’Università di Padova Gaetano Thiene, direttore del Centro di patologia vascolare, con specifica competenza in materia. L’autopsia sarà svolta subito dopo. Ai due esperti la Procura conferirà “un quesito il più ampio possibile – ha spiegato il Procuratore capo di Udine De Nicolo – poi decideranno loro in concreto quali esami svolgere“. Il conferimento dell’incarico sarà inoltre notificato in giornata ai familiari che potranno decidere se nominare un proprio consulente di parte. Al termine degli esami autoptici la Procura firmerà il nulla osta per la restituzione della salma ai familiari “già domani pomeriggio o al più tardi mercoledì mattina“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy