Sarri rischia grosso: fino a 4 mesi di squalifica

Sarri rischia grosso: fino a 4 mesi di squalifica

Maurizio Sarri dopo aver offeso in maniera omofobica Mancini rischia fino a 4 mesi di squalifica

Commenta per primo!

Sono già al giudice sportivo gli atti sulle offese di Maurizio Sarri a Roberto Mancini, ieri dopo Napoli-Inter. Sarà con ogni probabilità proprio Tosel, che ha già in mano il rapporto degli ispettori della Procura federale con le audizioni immediate dei 2 tecnici, a valutare l’entità delle eventuali sanzioni a Sarri.

E’ probabile che ritenga sufficienti gli elementi a sua disposizione, ma il nodo sarà decidere se le frasi del tecnico napoletano siano “dichiarazioni lesive” e dunque ricadano nella violazione dell’articolo 5 del codice di giustizia sportiva; oppure se configurino un’offesa a carattere “discriminatorio” su basi sessuali, e in questo caso la violazione sarebbe dell’articolo 11, che prevede già in sè la sanzione di “non meno di quattro mesi”.

A prendere le difese dell’allenatore del Napoli c’è anche Renzo Ulivieri presidente dell’Assoallenatori: “Sarri-Mancini? E’ stato uno ‘scazzo’ tra due allenatori, non gradevole, anche brutto. Alla fine del quale, però, Sarri ha chiesto scusa subito, direttamente a Mancini e pubblicamente. Comunque Sarri non è razzista, credo in questo di dover smentire Mancini, che non lo conosce. Poi l’allenatore del Napoli è stato assalito con domande, anche insistenti, e anche questa è stata una brutta scena. Un uomo che sta parlando, in difficoltà, ma serenamente, riconoscendo di aver sbagliato, è stato un assalito e anche questa è stata una brutta cosa, di violenza. Ognuno fa il suo mestiere ma c’è modo e modo. Credo si possa fare anche con delicatezza“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy