Giovani Promesse: scouting online e filo diretto con i club

Giovani Promesse: scouting online e filo diretto con i club

Anche l’Udinese è tra le società che collaborano con la piattaforma nata per creare un rapido contatto tra i potenziali talenti e le squadre di serie A, B e Lega Pro

Quanti potenziali talenti si nascondono nei campetti di periferia lungo nel Belpaese? Sicuramente un numero più elevato di quanto si possa immaginare e solo una piccolissima percentuale riuscirà un giorno ad accedere a un provino in una società professionistica. Proprio per evitare la dispersione di questi baby-campioni e per dare loro la possibilità di essere notati dagli osservatori delle squadre dei principali campionati italiani (serie A, serie B, Lega Pro, serie D ed Eccellenza), è stata creata la piattaforma Giovani Promesse (https://www.giovani-promesse.com/). Fondata dall’ex calciatore Andrea Cabrini, oggi la società vanta un board di investitori istituzionali italiani e privati e promuove progetti online per lo sviluppo del calcio italiano con un approccio innovativo.

Sono numerosi i club che hanno avviato una collaborazione, tra questi figurano anche Udinese e Pordenone, sempre a caccia di giovani talenti sui quali investire, così come le “big” Milan, Juventus, Inter, Roma e Lazio. Ciò che colpisce la facilità di accesso: per registrarsi è sufficiente che le “giovani promesse” inseriscano i propri dati e carichino le immagini video delle loro gare. A quel punto scatta il lavoro degli osservatori che possono mettersi in contatto direttamente con i giovani calciatori. Mensilmente, inoltre, vengono organizzati dei provini (per informazioni, https://www.facebook.com/groups/spogliatoiogp). I “Casi di successo” sono documentati sul sito. Un esempio? Delio Palmieri, classe 2000, visionato sul portale e ingaggiato dal Chievo per l’Under 17.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy