Mancini: Sarri mi ha dato del finocchio, non può stare nel calcio

Mancini: Sarri mi ha dato del finocchio, non può stare nel calcio

Roberto Mancini durissimo col collega del Napoli, Sarri reo a suo dire di avergli dato del finocchio: ‘Non può stare nel calcio’

2 commenti

Sarri e’ un razzista, non puo’ stare nel mondo del calcio“. Lo ha detto ai microfoni della Rai l’allenatore dell’Inter Roberto Mancini, spiegando cosa e’ avvenuto nel finale di gara al San Paolo contro il Napoli.

Il battibecco? Dovete domandare a Sarri, e’ un razzista e gli uomini come lui non possono stare nel calcio. Ha usato parole razziste, mi sono alzato per parlare con il quarto uomo e chiedere come mai cinque minuti di recupero e lui mi ha detto ‘frocio, finocchio’. Io casomai sono orgoglioso di esserlo… Le persone come lui non possono stare nel calcio,  e’ una vergogna – ha aggiunto il tecnico nerazzurro visibilmente scosso -. Negli spogliatoi mi ha chiesto scusa, ma si dovrebbe vergognare, in Inghilterra non avrebbe piu’ messo piede in una partita“.

Napoli-Inter si ha la sensazione che non finirà qua.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ipaziaTuring - 1 anno fa

    Concordo che non sarà il primo insulto che Mancini si becca, ma una cosa è dire “figlio di p***”, un’altra “fr…o”.
    Ci sono ragazzi che per un commento simile, dato alla leggera, si sono buttati dalla finestra o, nel peggiore dei casi, uccisi.
    Per cui attenzione a minimizzare il fatto.
    Gli allenatori ed i giocatori, ma in generale questi vip, dovrebbero essere più attenti a quel che dicono, dato che sono o dovrebbero essere degli esempi per i giovani.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. riso68 - 1 anno fa

    Signor Mancini, vorrebbe farmi credere che è il primo insulto che riceve sui campi di calcio in tutta la sua carriera?
    E ancora, è sicuro, lei, di non aver mai insultato nessuno?
    Per piacere!
    Sarri ha sbagliato, ci mancherebbe, ma qualsiasi uomo può perdere le staffe per un momento.
    In campo gli insulti volano, eccome. Ma di solito finisce tutto lì.
    Se che insulta non dovesse più calcare i campi di calcio, a calcio non giocherebbero più nemmeno i bambini.
    Ipocrita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy