Reja: Il mondo dello sport si riappropri dei valori

Reja: Il mondo dello sport si riappropri dei valori

Il friulano Edy reja incontra Daniele Damele: mondo dello sport si riappropri dei valori

Commenta per primo!

Il mondo dello sport deve riappropriarsi al più presto dei valori più autentici, quelli dell’elaborazione del lutto, della vicinanza permanente a persone care, del volontariato sociale sono degli esempi positivi che ritrovo nel libro che l’amico Daniele Damele ha realizzato in ricordo della sorella Susanna e che ho voluto avere anche perché ho letto che Damele lo aveva già regalato a Totò Di Natale, un campione dentro e fuori dal campo”: questo quanto ha detto Edi Reja, mister dell’Atalanta, al termine della gara di Coppa Italia disputata allo stadio del Friuli dalla squadra bergamasca contro l’Udinese. “Comunico ergo sei viva (questo il titolo del libro ndr) – ha continuato Reja – penso sia una giusta provocazione a non dimenticare quanto di bello e positivo c’è stato nelle nostre vite anche per noi operatori dello sport. Ora lo leggerò e, poi, dirò a Damele il mio pensiero”.

Il mister friulano non ha rinviato, invece, il commento sul “ritorno” di Di Natale: “l’ho definito da sempre un grande campione, uno di quelli che qualunque allenatore vorrebbe con sé sempre, purtroppo mi ha infilzato per due volte l’altra sera, ma il secondo gol è da applausi scoscianti. L’Udinese è stata più brava di noi mettendola dentro per tre volte”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy