Non è così scontato…

Non è così scontato…

L’Udinese a Carpi, vita facile? Nulla è mai scontato…

Commenta per primo!

Attenzione al Carpi, non come monito o per incutere paura, ma per dare continuità ad un processo di crescita che questa squadra ha intrapreso nell’ultimo periodo.

Pensare di andare al Braglia di Modena e vincere facile sarebbe il peggior modo possibile per affrontare questa trasferta, invece è fondamentale riconoscere che la squadra di Castori sta attraversando un buon momento e che in casa avrebbe meritato più di quanto raccolto, mettendo in difficoltà molte squadre, uscite vincenti anche con l’aiuto della fortuna, e mettendo in mostra alcune individualità che possono essere determinanti se non controllate a dovere, specialmente nel reparto avanzato, dove può contare sull’esperienza e i gol di Borriello, di cui l’Udinese è una delle vittime preferite, e di alcuni giocatori molto interessanti come Kevin Lasagna, Matos e Mbakogu.

Ma non solo, perchè in questa prima parte della stagione si sono messi in evidenza altri giocatori come il laterale Letizia, Marrone, Cofie e Di Gaudio, mentre la colonia ex bianconera ha avuto meno fortuna, con Bubnijc infortunatosi ad inizio stagione, Brkic accomodatosi in panchina e Gabriel Silva a fasi alterne, complice qualche infortunio.

Sarà fondamentale sapere già in partenza che il Carpi la metterà sulla corsa e l’aggressività, senza disdegnare la coralità della manovra, e quindi, affrontare la partita con la determinazione ed il piglio messo in evidenza nelle partite con Torino e Atalanta, concedendo meno spazi possibili, aggredendo sulla trequarti con le mezzali e cercando la profondità con gli inserimenti dei laterali, per trovare l’imbucata giusta per le punte.

Può sembrare tutto ovvio, ma non è così scontato.

Paolo ‘Il Mino’ @MondoUdinese

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy