Rovini, l’erede naturale di Di Natale: “Per diventare grande, devi avere ambizioni”

Rovini, l’erede naturale di Di Natale: “Per diventare grande, devi avere ambizioni”

Emanuele Rovini, classe pura in prestito dall’Udinese alla Pistoiese: “Alvini mi cercava da un paio d’anni, il progetto della Pistoiese mi incuriosiva così ho deciso che poteva essere il posto adatto per crescere e d’accordo con l’Udinese mi sono trasferito qui in prestito”

Commenta per primo!

I prestiti dell’Udinese si stanno mettendo in mostra, chi in B, chi in Lega Pro come Emanuele Rovini, da molti designato come l’erede naturale di Di Natale. Ma la sua storia come racconta a Gianlucadimarzio.com è legata anche a Maurizio Sarri: “Ero in comproprietà tra Udinese ed Empoli, le società si accordarono per farmi iniziare la stagione in Toscana, così mi ritrovo in prima squadra con Sarri allenatore. Credo che il suo segreto sia quello di far sentire parte integrante del gruppo ogni singolo elemento, anche chi gioca pochissimo, i giovani e tutti coloro che sono nello staff. Cura in maniera particolare i dettagli, sta attento a tutti i comportamenti di ogni singolo atleta, valuta attentamente i dati dei test atletici e delle dinamiche tattiche…è davvero molto preparato”.

Ora la Pistoiese, dove si sta confermando ad alti livelli: “Alvini mi cercava da un paio d’anni, il progetto della Pistoiese mi incuriosiva così ho deciso che poteva essere il posto adatto per crescere e d’accordo con l’Udinese mi sono trasferito qui in prestito”.

Al futuro ancora non ci vuole pensare Emanuele, anche se i sogni non mancano: “Io penso che per diventare un grande calciatore devi sempre avere delle ambizioni, sono tifoso del Milan e molto amico di Alessio Romagnoli”.

E chissà che invece non finisca davvero a raccogliere l’eredità di Totò Di Natale a Udine, magari con lo stesso Capitano che gli continuerà a dare consigli…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy