Il mercato dipende anche dal modulo: Aguirre unica certezza

Il mercato dipende anche dal modulo: Aguirre unica certezza

Ieri il ds bianconero, Cristiano Giaretta, al nostro giornale ha confermato che sul mercato qualcosa si muoverà: come anticipato da settimane proprio su queste pagine, è Aguirre l’obiettivo numero uno per dare all’attacco una forma definita e definitiva, con più soluzioni a disposizione di Stramaccioni e una copertura in caso di imprevedibili infortuni.

Poi ha parlato di riflessioni: che probabilmente riguarderanno anche il modulo. Se Strama pensa davvero che il ritorno al passato, al 3-5-2 o al 3-5-1-1 molte cose potrebbero cambiare. Perché la partenza di Badu potrebbe addirittura essere compensata da un arretramento di Kone, soluzione da studiare durante la sosta, con calma, ma percorribile vista la duttilità del greco. L’altro nome sul taccuino è quello del parmense Acquah, occasione in prospettiva per cui nell’ottica della politica bianconera. Senza scordarsi di Pinzi, che senza il ghanese potrebbe partire sempre titolare.

Difficile, se non impossibile, un rientro di  Battocchio, ora in prestito (via Watford) all’Entella: il nazionale U21 però rimane un giocatore sotto osservazione per la prossima stagione. Al nostro giornale ha raccontato che non sa nulla, che il suo futuro non è nelle sue mani.

In caso di conferma della difesa a quattro, invece si punterà su un giocatore che possa agire in mezzo come alternativa a Guilherme, mancando giocatori con le sue qualità: Lodi è un nome per ora buttato lì, un cavallo di ritorno che però a Udine ha sempre lasciato un’ottima impressione.

Le riflessioni sono appena cominciate, il mercato apre i battenti a gennaio: di certo per ora c’è solo la certezza della volontà di cercare sistemazione agli esuberi Alasshan, Faraoni, Kelava e Coda. Per il resto si vedrà.

©Mondoudinese

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy