Non abbandoniamo la Grecia

Non abbandoniamo la Grecia

Salviamo la Grecia, almeno quella bianconera. Orestis Karnezis e Panagiotis Kone rappresentano, in un certo modo, le facce della stessa medaglia. Eccezionale la stagione disputata dal portiere ex Granada, deludente quella del fantasista, eppure entrambi meriterebbero di vestire ancora la casacca bianconera. Orestis+Karnezis+1GNrt1uB3fGmFacile individuare i motivi per i quali l’Udinese farebbe bene a puntare ancora su Karnezis, anche se le offerte di mercato non mancano e alcune (provenienti anche dall’estero) sono particolarmente allettanti. L’estremo difensore ellenico è stato senza dubbio il giocatore dal rendimento più costante ed elevato. Almeno 7-8 punti sono stati conquistati grazie ai suoi prodigiosi interventi. Un elemento dal quale è difficile prescindere, a meno che la società bianconera non decida di lanciare definitivamente Simone Scuffet. Ma questa ipotesi sembra allontanarsi: il giovane portiere friulano, infatti, potrebbe essere ceduto in prestito per una stagione. E il giovanissimo Alex Meret dovrebbe essere “promosso” al ruolo di secondo. Insomma, dietro l’Udinese sembra davvero coperta molto bene. E’ dalla metà campo in su che permangono molti punti interrogativi. Ed è per questo che un giocatore come Kone potrebbe rivelarsi prezioso. Sicuramente il centrocampista greco non ha entusiasmato. Prima l’infortunio patito in nazionale durante i Mondiali, poi qualche problema di collocazione tattica e una lunga squalifica nella fase delicata del campionato non hanno consentito a “Pana” di esprimersi al meglio, ma sulle sue qualità è difficile dubitare. D’altronde la cessione di Maxi Pereyra di dodici mesi fa andava “tamponata” con un nome importante, Kone appunto. Concedere un’altra chance al nazionale greco sembrerebbe doveroso. Potrebbe essere l’uomo in più di Stefano Colantuono, ma solo se si presenterà già a luglio nelle condizioni migliori (e se il tecnico sarà in grado di valorizzare le sue caratteristiche). Comunque non c’è ragione per pensare il contrario. Avanti a tutta forza, dunque, con i campioni ellenici. Noi scommettiamo ancora sulla Grecia.  

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy