Udinese: il punto su tutti i prestiti. Chi rientrerà e chi no

Udinese: il punto su tutti i prestiti. Chi rientrerà e chi no

Non è tempo per noi, forse non lo sarà mai canta Ligabue, ma anche no rispondono i giocatori in prestito dall’Udinese. Perché la prossima stagione possono tornare utili, anche se la concorrenza per vestire la maglia bianconera 2015/2016 sarà spietata. La rosa a 25 elementi, il regolamento sui giovani impone scelte decise su partenze e arrivi. Sbagliare potrebbe avere ripercussioni importanti.

Ma chi c’è in prestito per il mondo? Chi potrebbe rimanere ad oggi?
Primo della lista Zeljko Brkic, che sta facendo molto bene a Cagliari. Ma in porta a Udine non sembra esserci posto per lui. C’è già uno di troppo tra Karnezis e Scuffet, un altro titolare sarebbe un surplus per il ruolo. Se il Cagliari rimanesse in A potrebbe rimanere in Sardegna, altrimenti futuro da decifrare.
Masahudu Alhassan al Latina non sta ricalcando la stagione scorsa, anche per i problemi del club laziale. Sulla sinistra è però un elemento da tenere d’occhio: tornerà a Udine, poi in ritiro si vedrà. Sempre al Latina è stato mandato a farsi le ossa Nabil Jaadi: sul marocchino in moli scommettono, ornerà a Udine poi sarà Strama  a decidere se sarà pronto o necessita ancora di un prestito per crescere.

Nico Lopez ha segnato 5 gol in 13 gare. Reti spesso decisive, ma poche. La crescita non è stata all’altezza ancora delle aspettative, ma non  va dimenticato che l’uruguaiano è giovane e come giustamente ha sottolineato il ds bianconera Giaretta, una punta non ha lo sviluppo di un  difensore.Serve pazienza, di certo Verona e Udinese sederanno a giugno per parlare di lui. Il diritto di riscatto per i friulani è fissata  5 milioni, altrimenti il prezzo è sui 15 milioni che il Verona deve sborsare.

Douglas, amato da Guidolin, sta confermando le sue doti di eterno sinistro all’At. Mineiro. che farà di tutto per trovare i 3 milioni necessari al riscatto.

Poche speranze di rivedere in Friuli Jaime Romero: il giovane spagnolo dopo aver vestito anche la maglia delle Merengues del Real Madrid, non ha ancora mostrato tutto il suo valore. Trequartista, probabilmente rimarrà in Spagna, al  Saragozza dove sta trovando comunque continuità.

Praticamente certo di rientrare, invece, è Edenilson: la fascia destra bianconera con tutta probabilità perderà Widmer, per cui il sostituto naturale è il genoano che sotto la Lanterna ha avuto un rendimento lineare e continuativo (21 presenze).
Rimanendo a Genova, ma sponda Samp, Ferrero sborserà  i milioni stabiliti per riscattare Muriel e Coda. Ovviamente tra i prestiti senza possibilità di rientro figurano anche Pereyra della Juve e Armero (Flamengo).

In Serie B ci sono parecchi elementi. Marco Faraoni al Perugia sta ritrovando sé stesso, ma difficilmente potrà trovare spazio a Udine col rientro di Ednilson. Nemmeno Agostino Camigliano (Cittadella) dovrebbe rientrare (piace molto al Catania), al pari di Marsura (Modena) e Medina (sempre al Perugia). Dall’Umbria, invece, appare quasi certo il rientro di Valerio Verre, che si sta imponendo all’attenzione di molti con prestazioni di assoluto valore in mezzo al campo. Il futuro Pinzi potrebbe essere lui.

Attualmente all’estero, ma senza molte possibilità di rientro, ci sono i vari Mlinar (Aarau), Merkel (Grasshoper), i portieri Pawlowski (Bytovia) Dimitrewski (Granada) e Romo (Mineros). Tra i vari giocatori sotto controllo figura anche il ‹ Messi di Rmania ›, Gabriel Torje: attualmente in Turchia al Konyaspor, recentemente ha fatto sapere che vuole essere ceduto definitivamente. Sarà accontentato.
Anche Naldo non rientrerà: al Getafe 27 presenze quest’anno, ma ancora tante incertezze difensive. Non è da escludere una permanenza in Spagna.

In Lega Pro interessante difensore è Daniele Mori: sarà l’Udinese ad avere l’ultima parola, lui ha risposto con una ventina di presenze di rilievo e qualche problema fisico superato.
C’è poi Emanuele Rovini alla Spal: una decina di presenze per quello che è stato definito il futuro Di Natale. La classe è cristallina, ma ora è il momento di mostrare la personalità. Anche per lui futuro da decifrare. Pape Dia (San Marino) non dovrebbe rientrare nei piani bianconeri.

Ci sono poi i giocatori al Granada. Per adesso nessuna decisione con il club andaluso in piena corsa salvezza. La permanenza in lega o meno potrebbe decretare molte cose. Insua, arrivato quest’anno, è un terzino decisamente appetibile anche se ha sofferto la stagione storta della squadra.  Molto più incerto il destino di Sissoko.

Infine due possibili arrivi: Zielinski, eterna promessa, a Empoli sta giocando col contagocce. Ma anche per lui in molti sono pronti a scommettere. Certo che a Udine troverebbe concorrenza nel ruolo con Kone e Fernandes. E poi Vydra: come detto da Giaretta tornerà a Udine dal Watford, poi si vedrà. Che sia lui uno dei candidati a raccogliere l’eredità di Di Natale?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy