La Primavera chiude in bellezza

La Primavera chiude in bellezza

I giovani bianconeri si sono imposti per 0-3 a Brescia e hanno concluso il campionato a quota 32. Mattiussi: “In questa stagione abbiamo dimostrato grandi capacità difensive, ma poco concretezza in avanti”. A fine mese c’è in programma un torneo in Croazia

Finale con il botto per la Primavera. Oggi pomeriggio, infatti, nell’ultimo turno della regular season i bianconeri di Luca Mattiussi si son imposti per 0-3 a Brescia grazie alle reti di Garmendia al 12′ del primo, di Halilovic al 32′ e di Amoroso all’80’. “E’ stata una partita mai in discussione – ha sottolineato a MondoUdinese.it il tecnico Mattiussi -, anzi poteva terminare con un risultato anche più ampio. E’ stata una gara a senso unico, in particolare abbiamo giocato molto bene il primo tempo, nel corso del quale oltre alle due reti vanno registrate anche le quattro conclusioni di Pontisso e un tiro pericoloso di Borgobello“. Con i tre punti conquistati oggi, la Primavera conclude la stagione a quota 32 punti, al settimo posto assieme (per il momento) a Cesena e Bologna, impegnate domani rispettivamente a Bergamo e in casa con l’Hellas.

Mattiussi non nasconde una certa insoddisfazione: “Per le prestazioni offerte c’è rammarico, i punti potevano essere molto di più. Se guardiamo alle partite che abbiamo perso, alcune sono state decise dagli episodi. Dal punto di vista difensivo abbiamo disputato un campionato in linea con le squadre di vertice. Abbiamo subito meno gol del Cagliari, due in più del Milan che è terzo, mentre dal punto di vista offensivo potevamo fare di più. Anche oggi se terminava 7-0 nessuno avrebbe potuto dire nulla. Quando sbagli 4-5 gol a partita, diventa difficile vincere… Quest’anno abbiamo perso partite incredibili, ma non abbiamo mai preso imbarcate come accaduto lo scorso anno. Abbiamo lottato in tutte le partite. Siamo andati a vincere a Milano, siamo sempre riusciti a mettere in difficoltà le squadre di vertice“. Domani pomeriggio si chiuderà il campionato regolare in attesa dei play-off scudetto. Mattiussi ha le idee chiare su quali siano le principali favorite, almeno sulla carta: “Ci sono due squadre più forti in assoluto, Roma e Juventus, con Inter terza incomoda. Ma è chiaro che alle finali nazionali tutto può succedere. Se penso che quest’anno il Cagliari ha largamente dominato nel girone di andata e adesso si vede costretto a vincere l’ultima per staccare il pass… Senza dubbio si tratta di un campionato molto difficile. Non è facile avere continuità“.

Intanto per alcuni bianconeri si è conclusa oggi l’avventura in Primavera.  P<Samuele Perisan, Simone PontissoMauro Coppolaro e altri coetanei

Primavera: diversi giocatori 96-97, Perisan Pontisso, Coppolaro percorso in Primavera sia concluso si aprono le porte del calcio professionistico.

’98: società farà valutazioni, Variola, De Lussara, ce ne sono tanti. Avremo un torneo a fine maggio in Croazia dal 23 al 27 maggio, giocheranno ’99 alcuni ’98 valido per giocatori in prova. In questo momento la società più concentrata in altre situazioni più importanti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy