Primavera Bologna-Udinese 1-0 Friulani imbrigliati dalla difesa rossoblu

Primavera Bologna-Udinese 1-0 Friulani imbrigliati dalla difesa rossoblu

Udinese Primavera in cerca di riscatto dopo il derby col Verona. Di fronte il Bologna di mister Colucci, squadra solida e ben disposta in campo che conferma nello scontro diretto che è anche più fisica. Alla fine le basta un gol nelle prime battute per portare a casa i tre punti, contro una Udinese meno brillante del solito che ha le occaso i migliori solo nel finale.

Commenta per primo!

Bologna
Febbraio, 27, 2016
Campionato Primavera TIM

BOLOGNA-UDINESE: 1-0 (2’Saporetti)

BOLOGNA: Sarr,Tazza, Rizzo (45’st Cestaro), Krvicic, Brignani, Santos Italo,Trovade (35’st Tabacchi), Gulinatti, Saporetti, Souare, Colli (26’st Sivestro). A disp: Monari, Goh, Persano, Menarini, Spurio. All: Leonardo Colucci

Udinese: Perisan, Borgobello, Maghazoui (31’st Melissano), Magnino, Francescutti, Joao, Armenakas (8’st Amoroso), Garmendia, Prtajin, Pontisso, Halilovic (14’st Variola). A disp: Savoldelli, Presello, Serafin, Goz, Tedesco, Prampolini. All: Luca Mattiussi

Arbitro: Pietropaolo di Modena

Ammoniti: Borgobello, Variola

Note: Recupero: 0′-3′. Corner:1-8

L’Udinese dopo lo sfortunato derby col Verona vuole cercare il riscatto: i bianconeri che in questa stagione possono recriminare per tanti punti gettati, se vogliono ancora tenere acceso il lumicino della speranza per i play off non possono venire meno dalla vittoria. Di fronte il Bologna di Leonardo Colucci, squadra solida e ben disposta in campo, che è indietro solo di due punti in classifica.

PRIMO TEMPO 4-3-3 per i bianconeri con Armenakas largo a destra e Garmendia dalla parte opposta e con Ivan Prtajin terminale finale della manovra.
Bianconeri subito in svantaggio: retropassaggio sbagliato e Saporetti ne approfitta siglando al 2′ un vantaggio che rende la gara dei friulani in salita.
La squadra di mister Mattiussi sembra aver accusato il colpo, risultando meno brillante del solito.
Buon Bologna, davvero compatto, ma anche con tre ‘1996’ in campo che a questi livelli fanno la differenza: rossoblu, infatti, ben piazzati fisicamente, anche se per i bianconeri il gol subito è nato da una propria disattenzione.
Alla mezzora poco da raccontare: Bologna che controlla campo e risultato, ritmi bassi e parecchi errori. I friulani nel finale tentano di accelerare, con Garmendia ancora a dare vivacità alla manovra, anche se si fatica a trovare la porta felsinea.
Al 38′ prima vera occasione, con Joao che su pallone calciato Armenakas manda fuori di un soffio.
Prima frazione che si chiude con una gara non brillante come le altre, con una Udinese che cerca di crescere, ma va troppo a intermittenza.

SECONDO TEMPO Bianconeri che rientrano in campo con la volontà di agguantare il pari: più propositivi e anche più dinamici rispetto al primo tempo.
Udinese più aggressiva e meglio organizzata, con gli esterni più propositivi, ma manca ancora la concretezza in fase offensiva.
Al 50′ entra anche Amoroso per Armenakas per dare più fantasia all’attacco. La partita è più accesa, ma l’Udinese nella ricerca del pari lascia anche spazi dietro.
Al 60′ entra Variola per uno stanco Halilovic, ma tatticamente non cambia nulla.
Friulani che attaccano a testa bassa, ma non trova sbocchi per le conclusioni finali.
Negli ultimi minuti due occasioni con Pontisso (il migliore in campo) e Prtajin, ma il risultato non cambia.

CONCLUSIONI Udinese che paga cara la prima disattenzione della partita. Una gara che è stata sempre bloccata, con felsinei e bianconeri che hanno faticato a trovare spazi: ma il Bologna ha fatto tesoro dell’occasione migliore, giocando comunque meglio il primo tempo. Nella ripresa friulani in avanti, ma senza mai creare davvero pericoli se non  nel finale. Troppo poco forse.
Insomma una sconfitta che peserà forse definitivamente nella corsa ai playoff, con un Bologna che supera proprio i bianconeri in classifica. Più fisica la squadra di Colucci, meno brillante del solito quella di mister Mattiussi.
A consolare c’è comunque un insieme di singoli (vedi Pontisso), che danno sempre l’impressione di poter far male. Una giornata no, quindi, in un campionato dove l’Udinese può sempre recriminare per le le tante occasioni sprecate.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy