Primavera Udinese- Juve 0-0 I bianconeri ‘originali’ tengono testa agli ‘altri’

Primavera Udinese- Juve 0-0 I bianconeri ‘originali’ tengono testa agli ‘altri’

Prima giornata di campionato con l’Udinese di mister Mattiussi che ospita la Juve. Buona Udinese nella prima frazione che contiene una squadra tecnicamente più forte, ma che fatica arrivare spazi. Nella ripresa Friulani he confermano di essere solidi e ottimamente disposti in campo. Alla fine il pari è il risultato più giusto, condizionato anche dal gran caldo

Commenta per primo!

Codroipo
Settembre, 9, 2016
1a Giornata Campionato Primavera

UDINESE – JUVENTUS 0-0

Udinese: Borsellini, Zanetti, Geromin, Bovolon, Vasko, Serafin, Armenakas, Magnino, Melissano (dal 25′ st Parpinel), Variola (dal 40′ st Brunetti), Halilovic. A disposizione: Savoldelli, Ermacora, Samotti, Nicoloso, Paoluzzi, Crisciti. Allenatore: Luca Mattiussi.

Juventus: Del Favero, Beruatto, Vogliacco, Severin, Rogerio (dal 45′ st Tripaldelli); Bove, Macek, Muratore, Kastanos (dal 45′ st Merio); Morselli (dal 31′ st Coccolo), Leris. A disposizione: Marricchi, Tamba, Semprini, Ndiaye, Andersson, Nicolussi, Barosi. Allenatore: Fabio Grosso.

Arbitro: Marini di Trieste

Ammoniti: Geromin, Halilovic

PRIMO TEMPO Prima gara stagionale con la riforma dei campionati Primavera in atto: così addio al criterio di formazione dei gironi territoriale e la Juve si ritrova a Udine per affrontare la rinnovata squadra di mister Mattiussi che ha già mostrato buone cose in pre campionato.
Davanti al ds Bonato, ad Andrea Carnevale e Claudio Vagheggi, i bianconeri mostrano subito una buona compattezza, anche se è la formazione di Fabio Grosso ad andare subito vicino alla rete: al 5′ Morselli spreca un’occasione d’oro mandando a lato.
Il gran caldo condiziona i ragazzi in campo, a Codroipo si registrano 33,5° C e di certo questo non aiuta a tenere alti i ritmi. I Friulani tengono bene in fase difensiva, la Juve fa più possesso.
La temperatura si fa sentire e a metà tempo serve un time out ‘rinfrescante’ Ritmo haha ulteriormente spezzato, la partita fatica a decollare con l’Udinese che continua a tenere molto bene il campo anche se fatica a trovare sbocchi davanti.
Al 39′ si vedono i bianconeri in avanti con Armenakas che si libera bene di due avversari, ma il pallone a girare va fuori. Tre minuti dopo è la Juve che su punizione sfiora la rete col palo a salvare l’Udinese in questa occasione. Bianconeri che finiscono però in avanti la prima frazione con un contropiede che vede Halilovic sfiorare la rete.

IMG_0757

SECONDO TEMPO Via alla ripresa senza cambi, sulla falsariga della prima frazione: Udinese votata al contropiede, Juve che fa più gioco.
Al 47′ Udinese che manovra bene tra Magnino e Melissano, con quest’ultimo in fuorigioco; poco dopo Beruatto in avanti si libera bene, ma manda a lato. Gara gradevole nonostante la temperatura che continua a condizionare i giocatori.
Centrocampo dei Friulani davvero solido con capitan Magnino un passo sopra gli altri, ma anche con un solido Halilovic, un arcigno Variola e sulla destra un Armenakas che sa inserirsi quando serve.
Non mancano anche proteste per una direzione di gara lievemente di parte juventina, con alcuni falli sulla linea mediana fischiati tardi o non fischiati.
Al 18′ dentro Parpinel per Melissano con una Udinese ancora più compatta dietro. Poco dopo altro time out per spezzare un ritmo che è calato ulteriormente alla distanza. Lala ripresa è la Juve a farsi pericolosa, ma gli spazi rimangono pochi e e come detto la stanchezza inizia a farsi sentire sulle gambe.

CONCLUSIONI Una buona Udinese tiene testa alla corazzata Juve. La Signora è tecnicamente più forte, ma ha faticato a trovare spazi contro i Friulani ben disposti in campo e chiusi a dovere. le poche occasioni create sono sempre state sventate e i ragazzi di Mattiussi in contropiede hanno pure loro avuto un paio di palle gol. Per i bianconeri ‘originali’ un punto che dimostra che questa squadra c’è, e che come in Francia se gioca compatta può far male a chiunque. Un buon esordio dunque, condizionato comunque da un caldo asfissiante che ha certamente influito in campo, specie alla distanza.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy