Udinese Primavera, c’è da cancellare l’amarezza dopo Cesena

Udinese Primavera, c’è da cancellare l’amarezza dopo Cesena

L’Udinese Primavera riparte da Cagliari, ultima tappa prima della sosta del campionato. Ma c’è ancora tanto rammarico per come andata la gara col Cesena. Mister Mattiussi torna anche sul fallo subito da Armenakas: “Gli arbitri da questo punto di vista dovrebbero esser più duri nel punire i falli di un certo tipo se vogliamo che i giocatori giochino a calcio”

L’Udinese Primavera di mister Mattiussi sabato andrà a Cagliari per l’ultima gara prima della sosta che comunque vedrà i bianconeri impegnati in alcune amichevoli. Ma prima di pensare a questo c’è da tornare sulla gara col Cesena e sull’infortunio capitato ad Armenakas per via di uno sciagurato fallo da parte di Akammadou: “Gli arbitri da questo punto di vista dovrebbero esser più duri nel punire i falli di un certo tipo se vogliamo che i giocatori giochino a calcio. Armenakas ora ne avrà minimo per un mese, è una perdita importante, peccato perché stava bene.“, afferma amareggiato il tecnico friulano.

Che poi analizza quella gara che poteva essere storica, invece è finita con un 4-3 che sa di beffa: “E stata una partita strana e difficile anche per l’arbitro, ma i rigori erano evidenti. Peccato perché dopo lo svantaggio c’è stata una grande reazione e una grande rimonta: i primi minuti ci hanno condannato. Ci sono stati quattro errori, ma sul profilo del gioco c’eravamo. Gli errori in fase difensiva sono stati singoli, può capitare una brutta giornata. Ma nel secondo tempo si è dato tutto e anche sotto il profilo della condizione abbiamo dimostrato di averne in dieci contro undici. Poi purtroppo abbiamo sbagliato il 4-3 e quindi c’è stata un’altra ingenuità“, commenta ancora Mattiussi.

Ora c’è da dimenticare tutto questo e ripartire a Cagliari, dove dietro i bianconeri arrivano contati: “Non ci sarà Francescutti, non c’è Iñiguez, idem Coppolaro. Avremo una difesa probabilmente sperimentale, con giocatori chiamati alla prima volta dietro. Andiamo a giocare contro una squadra che non viene da un bel momento come noi, ma non lo sottovalutiamo di certo. Il Cagliari sabato scorso contro l’Atalanta (dove ha perso 1-3, ndr) era senza sette titolari, contro di noi rientrerà Murgia reduce dalla lunga squalifica. Ma noi vogliamo fare bene e riprenderci“, conclude il tecnico.
Udinese che quindi si potrebbe proporre con Perisan, Geromin, Joao, Serafin, Borgobello, Pontisso, Halilovic, Magnino, Garmendia, Amoroso  e Prtajin.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy