Udinese Primavera – Ufm Monfalcone 0-1 Udinese in crescita

Udinese Primavera – Ufm Monfalcone 0-1 Udinese in crescita

Amichevole per l’Udinese Primavera di Luca Mattiussi. A Ronchi dei Legionari di fronte il Monfalcone di Zoratti (Serie D). 2015-08-29 17.50.52Monfalcone Contento, Fernandez, Cociani, Villanovich, Zanon, Pratolino, De Gregorio, Lo Perfido, Godeas, Rodic, Zetto (Colin, Fross, Kozmann, Bertona, Bezzo, Bertoni,German) ALL ZORATTI Udinese Primavera: Perisan (Dani), Presello (Borgobello), Geromin (Prampolini), Pontisso (Variola), Francescutti , Joao, Matic (Castri), Magnino (Stewart), Prtajin (Tedesco), Lenardi (Novicki), Mincione (Amoroso) (Dani, Prampolini, Borgobello, Stewart, Goz, Variola, Tedesco, Nowicki, Amoroso, Castri) ALL MATTIUSSI AMMONITI Zanon, Matic MARCATORI Bertoia PRIMO TEMPO 4-3-3 per i bianconeri, che hanno intrapreso questo modulo anche nelle precedenti uscite. Dopo il buon test in famiglia contro la squadra di Colantuono di giovedì, dopo il 2-2 col Tricesimo e il 3-3 contro la Sanvitese, ecco un’altra occasione per cercare l’amalgama contro il Monfalcone che ha già bene impressionato a Forni contro l’Udinese maggiore e che sta effettuando il pre campionato in vista della prossima Serie D. Subito gli isontini pericolosi con Fernandez, il cui tiro però è ben respinto da Perisan. E’ solo l’antipasto di un attacco che nel giro di 8 minuti crea due pericoli importanti: Godeas grazia letteralmente l’Udinese sbagliando a porta vuota, subito dopo Rodic fa partire un diagonale che finisce poco a lato. Reagisce la squadra bianconera al 15′ con Lenardi che fa tutto bene, entra in area, ma fa troppo solo e la difesa del Monfalcone riesce a chiudere. Dopo un inizio decisamente in apnea, l’Udinese viene pian piano fuori, anche se manca concretezza davanti. Ritmi non elevati (33° C alle 17:30), arbitraggio a dir poco fiscale, non rendono di certo la partita veloce. Al 18′ Monfalcone sempre con Godeas a tu per tu con Perisan che lo ipnotizza: errore difensivo dell’Udinese, comunque, che avrebbe dovuto farsi trovare più pronta. Al 22′ ammonito Zanon per un brutto fallo su Simone Pontisso a centrocampo: la partita è decisamente combattuta e sentita, del resto in tribuna si contano almeno un centinaio di spettatori. Il centrocampo dell’Udinese ha qualità, con Pontisso che mostra qualche giocata e Magnino decisamente a suo agio in mezzo. Quest’ultimo, che non è al 100 per cento, esce poco dopo per Stewart, scuola Watford. Al 30′ bella combinazione per i bianconeri, con Prtajin che scambia con Matic, ma l’azione si perde sul fondo. Buona iniziativa, comunque, per i ragazzi di Mattiussi. Esce anche Matic per Castri. Al 35′ Villanovich con un grande sinistro sfiora l’incrocio dei pali. Al 42′ grande occasione per Mincione che fa tutto bene,e cerca di superare Contet, ma il tiro si spegne a lato. Buon primo tempo per l’Udinese: squadra attenta a compatta, è mancato solo qualcosa fdavant. Stesso vale per il Monfalcone, esperto, ma ancora privo di un vero uomo gol (Godeas a Parte) SECONDO TEMPO Si riprende con il polacco Novicki in campo. Il giovane ’99 è appena arrivato in prova. Molti i cambi effettuati, che stravolgono il volto iniziale della squadra bianconera. I ritmi rimangono non altissimi, ma la squadra di Mattiussi continua a tenere testa all’Ufo che ha perso verve. Al 10′ Prtajin con un gran tiro da fuori sfora il montante. Cresce la squadra di Mattiussi, anche se il gioco è davvero frammentato dalle molte sostituzioni svolte. Non si registrano particolari occasioni, con le compagni che si sono allungate lasciando spazio a qualche giocata, ma senza effetto. Al 25′ Godeas impegna ancora Perisan, che risponde ancora in modo splendido alla botta dell’attaccante ex Triestina. La partita si avvia al finale, esce anche Perisan autore di tre ottimi interventi per lasciare spazio a Dani, arrivato dalla Juve. Al 75′ l’Ufo Monfalcone passa: errore difensivo dell’Udinese l’ex bianconero Bertoia di testa insacca. All’83 grandissima giocata di Godeas su Borgobello, l’attaccante entra in area, mette in mezzo, ma Dani capisce tutto e sventa il gol. C’è poco altro davvero da raccontare: la sconfitta non incide su una prestazione tutto sommato positiva della squadra di Mattiussi, apparsa in netta crescita rispetto alle precedenti uscite. Manca ancora cattiveria sotto rete, questo sì, ma la squadra si è mossa bene, poi i numerosi cambi hanno stravolto la squadra (per dare pvvaimente minutaggio a tutti) e la stanchezza ha fatto il resto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy