Armero: “Non sono quello che mi dipingono”

Armero: “Non sono quello che mi dipingono”

Pablo Armero per la prima volta dopo l’arresto ha rilasciato alcune dichiarazioni tramite il suo profilo Instagram: “Non sono quello che mi dipingono. Ma le critiche fatte senza sapere le cose danno fastidio. Sono molto felice di avere la mia famiglia che mi sostiene e mi conosce”

Commenta per primo!

Pablo Armero per la prima volta dopo l’arresto che l’ha visto protagonista per presunti maltrattamenti alla moglie, ha voluto dire la sua pubblicamente attraverso il suo profilo Instagram: “Grazie a Dio, alla mia famiglia e a tutti quelli che mi conoscono e che sanno che sono un uomo di Dio. E che sanno che quanto accaduto è andato oltre perchè tutto quello che si dice di me non è la verità. Ma questa è la vita e devo pensare positivo. Sono un uomo di fede e tutti sanno che sono una bella persona. Non sono quello che mi dipingono. Ma le critiche fatte senza sapere le cose danno fastidio. Sono molto felice di avere la mia famiglia che mi sostiene e mi conosce. Chiedo scusa a tutti”.

Intanto Armero deve pensare anche al futuro: il giocatore è obbligato ad assistere alle udienze (la prima il 21 giugno), mentre per quanto riguarda l’Udinese ha ancora un anno di contratto, ma non sembra rientrare nei piani del club friulano. Che però non avrà vita facile a cederlo.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy