D’Agostino: L’Udinese non ha più mantenuto l’ossatura

D’Agostino: L’Udinese non ha più mantenuto l’ossatura

“È rimasto solo Di Natale di quell’ossatura che serve per far girare la squadra”, ha detto gaetano D’Agostino analizzando la crisi dell’Udinese. “Prima quando non c’era Di Natale, c’era Sanchez, Quagliarella. L’unico talento della scorsa stagione era Allan e il Napoli ci ha visto lungo”

Commenta per primo!

Gaetano D’Agostino non è uno che le manda a dire, non lo è mai stato. La sua analisi a Roma Radio sulla situazione dell’Udinese è chiara:  “Secondo me non ha più mantenuto l’ossatura e quando non lo fai in una squadra che cerca di far emergere talenti, i talenti non emergono – ha affermato –. È rimasto solo Di Natale di quell’ossatura che serve per far girare la squadra. Totò non può più fare 25 gol a stagione e quindi è lì in classifica perché non è superiore alle altre. Non è facile rimpiazzare un giocatore del genere, però con le giuste misure possono essere sopperiti con altri giocatori che magari non ti fanno 25 gol, ma te ne fanno 15. Prima quando non c’era Di Natale, c’era Sanchez, Quagliarella. L’unico talento della scorsa stagione era Allan e il Napoli ci ha visto lungo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy