Di Natale, tutto rimandato a settembre. “Pozzo resterà il mio presidente”

Di Natale, tutto rimandato a settembre. “Pozzo resterà il mio presidente”

“Come dissi al Friuli la sera dei saluti, Gianpaolo Pozzo è e resterà il mio presidente. Col presidente ci siamo scontrati, abbiamo litigato spesso, ma poi abbiamo sempre fatto pace”

Commenta per primo!

Per Di Natale ogni discorso ‘pratico’ è rimandato a settembre: per adesso appare difficile un rientro immediato in società, anche se l’Udinese una proposta gliela farà. Ma da quello che è emerso in queste settimane, dopo l’addio al calcio, l’intenzione sarebbe quella di guardarsi in giro, aspettare, seguire da vicino le scuole calcio.

Intanto il capitano ha voluto raccontare la sua esperienza con Paròn Pozzo, un padre adottivo, come  lui stesso afferma al Messaggero Veneto.«Come dissi al Friuli la sera dei saluti, Gianpaolo Pozzo è e resterà il mio presidente. Col presidente ci siamo scontrati, abbiamo litigato spesso, ma poi abbiamo sempre fatto pace. Gli sono molto affezionato, il nostro è stato alla fine un rapporto tra padre e figlio. Complimenti per i trent’anni. È un grande presidente e un grande uomo».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy