Diavolo di un’Udinese!

Diavolo di un’Udinese!

Buona Udinese nella prima frazione, che al 2′ della ripresa potrebbe chiudere la gara: invece…gol sbagliato, gol subito e il là alla rinascita del Milan che pareggia alla fine meritatamente e coglie anche una traversa

Diavolo di una Udinese! Fa tutto lei: segna, gioca bene nel primo tempo, poi al secondo minuto della ripresa potrebbe chiudere i conti, ma sul contropiede seguente il Milan pareggia. Gol sbagliato, gol subito: il calcio è questo, signori e col passare dei minuti i bianconeri devono ringraziare Karnezis e la traversa.

I bianconeri sotto la pressione del risultato da fare a ogni costo tirano fuori una prestazione fatta di sostanza e portano a casa comunque un punto, il terzo consecutivo, che può farli dimettere dal reparto degli osservati speciali. Ora il banco di prova definitivo sarà domenica prossima col Bologna, ma a San Siro si è vista qualche luce, soprattutto dai nuovi arrivi che stanno confermando di essere più che utili alla causa e di aver portato quella qualità che evidentemente mancava e soprattutto nel primo tempo, mentre nella ripresa c’è stata un’apnea pericolosa.

LUCI DAI NUOVI Colantuono grazie a Matos sembra aver trovato finalmente quella punta che dà insieme profondità e sostanza; a centrocampo Kuzmanovic piace per la qualità che ha; Armero fa storia a sé, da scarto per molti, è sembrato tutto d’un colpo indispensabile. Molto bene anche Edenilson che conferma che a destra è tutta un’altra cosa.
Meno bene Lodi, croce e delizia: buone trame di gioco, ma anche errori di disimpegno importanti.

LA CLASSIFICA Il punto preso a Milano tiene l’Udinese ben lontana dalla zona rossa e anche se non  è bene abbassare la guardia è inutile nascondersi dietro un dito: con 35 punti la salvezza è certa, ne mancano otto, per cui si faccia in modo che questo campionato non rischi di finire come lo scorso, con una testa in vacanza anticipata.

Rossoneri che nonostante la superiorità numerica sulle fasce data dal 4-4-2 non hanno saputo trovare sbocchi adeguati nel primo tempo facendosi imbrigliare in trame prevedibili e lente. Nella ripresa il forcing della squadra di Mihajlovic ha messo in difficoltà i bianconeri che hanno rischiato di capitolare seriamente.

A ridere insomma è più l’Udinese. La squadra di Mihajlovic dopo ottimi risultati non ha il colpo del ko che gli sarebbe servito a rialzarsi definitivamente da quel limbo in cui vive da inizio stagione. Merito anche di un diavolo di Udinese che in qualche modo si salva sempre.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy